Home » Parigi » Quartieri di Parigi » Quartiere Montparnasse: guida alle cose da vedere e da fare

Quartiere Montparnasse: guida alle cose da vedere e da fare

Quartiere Montparnasse, vista dall'alto
La Tour Montparnasse svetta imponente sul resto del quartiere residenziale.


L’aria bohemien e artistica che ha caratterizzato le vie di questo quartiere non esiste più e al suo posto ci sono grandi quantità di cemento e grattacieli. Questo non vuol dir che Montparnasse sia un quartiere da non visitare, anzi! Parigi, senza questa zona, perderebbe una gran parte del suo fascino.

Passeggiando tra le sue strade e i suoi caffè, cercate di immaginarvi che in passato, Montparnasse era poco più di una collina sulla quale vi si recavano artisti e letterati per decantare le poesie. Negli anni ’20 e ’30, il quartiere ha conosciuto la sua massima vivacità, quando artisti del calibro di Picasso, Chagall, Modigliani e Mirò, acquistarono casa e vi si trasferirono. Anche se l’atmosfera è decisamente cambiata, questa zona prende ancora oggi il nome di Quartiere degli Artisti, da non confondersi, ovviamente, con la collina di Montmartre.

Quartiere Montparnasse: la guida

Come arrivare

Montparnasse si trova a sud della Senna, nel 14° arrondissement di Parigi. Per raggiungere la zona potrete fare riferimento alla stazione di Gare Montparnasse, servita sia dalla metro (linee 4, 6, 12, 13) che dai treni provenienti da fuori città.

Tutto intorno al Cimitero di Montparnasse ci sono più di 4 stazioni della metropolitana, compresa quella di Denfert-Rochereau servita dalla RER B.  Per quanto riguarda gli autobus, i numeri 28, 58, 91 arrivano alle fermate di Gare Montparnasse. Inoltre alla stazione di Gare Montparnasse arrivano gli autobus Air France n.1 e n.4 provenienti rispettivamente da Orly e da Charles de Gaulle.

Quartiere Montparnasse, vista dall'alto
La Tour Montparnasse svetta imponente sul resto del quartiere residenziale.

Dove mangiare

Fin dai tempi della sua nascita, il quartiere Montparnasse era costellato di locali e caffetterie frequentate dagli artisti e dai letterati. Tutt’oggi, passeggiando per le sue strade non avrete difficoltà a trovare una brasserie o un caffè dove sedervi: fate conto che quasi ad ogni angolo ne troverete uno!

La maggior parte dei locali ha un’impronta prettamente turistica e un po’ fuori moda rispetto al vicino 15° arrondissement, ma essendo un quartiere molto frequentato anche dai parigini, i prezzi per un pasto non sono eccessivi e di solito i piatti sono tipici e di buona qualità. Per chi è alla ricerca di una vivace vita notturna, dovrà spostarsi verso altre zone, visto che in questa zona ci sono ancora pochissimi locali per giovani.

Dove dormire: ampia scelta di sistemazioni economiche!

Questo quartiere di Parigi rappresenta una delle scelte migliori per quanto riguarda il soggiorno in città: infatti, a differenza di altre zone centrali di Parigi dove i prezzi sono alle stelle, a Montparnasse si trovano molti hotel economici di media categoria, a due o a tre stelle, compresi gli hotel delle catene internazionali. Inoltre Montparnasse è raggiunta dai collegamenti provenienti da entrambi gli aeroporti, quindi, chi atterra al CDG o a Orly arriverà direttamente alla propria sistemazione senza ulteriori cambi di mezzi pubblici.

L’Ibis Paris Tour Montparnasse si trova a due passi dalla stazione della metropolitana Gare Montparnasse e offre camere ampie e arredate in stile moderno con tv a schermo piatto, aria condizionata e bagno privato. Al mattino è possibile consumare un’abbondante colazione continentale (da pagare a parte rispetto alla quota della camera). Perfetto per chi cerca il giusto rapporto qualità/prezzo.

A noi piace moltissimo anche il Timhotel Tour Montparnasse, un tre stelle della catena internazionale omonima, che si affaccia sull’animata rue De La Gaité, resa vivace dai numerosi locali e ristoranti che caratterizzano la zona. Le camere sono tutte arredate in stile contemporaneo e alcune di esse offrono una piacevole vista sulla Tour Montparnasse. Un’ottima colazione verrà servita al mattino.

Vicino alla stazione delle metropolitana di Pernety, leggermente più a sud della Gare Montparnasse, si trova l’Hotel Le Fabe, una struttura dagli interni moderni che offre camere arredate in stile moderno con tv a schermo piatto. Gli ospiti potranno usufruire anche della sauna. Al mattino viene servita la colazione continentale che, come gli altri casi, risulta un po’ cara.

Per maggiori informazioni sugli hotel consigliati in zona Montparnasse per chi atterra su Orly, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Cosa Vedere e Cosa Fare nel quartiere di Montparnasse

Tour Montparnasse

La Tour Montparnasse è certamente l’attrazione di maggior richiamo del quartiere. La torre, il secondo edificio più alto della città, svetta imponente e scura tra i palazzi e le case della zona residenziale. All’interno dell’edificio si trovano soltanto uffici e abitazioni, quindi la vera attrazione è quella di salire fino al 56° piano, dove si trova l’osservatorio, per ammirare il panorama di Parigi dall’alto. Tramite un’ascensore, in 38 secondi sarete al 56° piano e da lì potrete muovervi fino al 59° piano dove si trova una bellissima terrazza panoramica.

La particolarità per cui vale la pena salire fino in cima alla Tour Montparnasse è il fatto di poter immortalare nel vostro obiettivo la Tour Eiffel da un punto di vista completamente diverso. Pensate che nelle giornate più terse, sarà possibile arrivare a vedere fino al quartiere della Defense. Se desiderate avere maggiori informazioni sulla Tour Montparnasse, vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato, dove potrete anche acquistare i biglietti per salire sulla torre con ingresso prioritario, senza dover fare la fila alla biglietteria.

Le Catacombe di Parigi

Dopo anni di restauri, dal 2008 le catacombe hanno riaperto le porte al pubblico: sarete così temerari da scendere sottoterra per passeggiare tra i cunicoli pieni di ossa? Pensate che per raggiungere i cunicoli dovrete scendere 130 gradini che vi porteranno a ben 20 metri sottoterra.

Una volta giù, al seguito di una guida, sarete accompagnati tra stretti passaggi e gallerie piene di ossa: pensate che nelle catacombe sono sotterrati più di 7 milioni di parigini, tra cui alcuni personaggi famosi come i letterati Rabelais e La Fontaine e i rivoluzionari Danton e Robespierre. Se siete ancora indecisi sul fatto di visitarle e avete bisogno di ulteriori informazioni, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sulle Catacombes di Parigi, dove potrete anche acquistare i biglietti salta-fila per accedere direttamente all’attrazione senza dover fare interminabili ore di coda alla biglietteria.

Cimitero di Montparnasse

Visto che vi trovate in zona, potete anche optare per un salto al cimitero di Montparnasse, certamente meno celebre di quello di Pere Lachaise, ma comunque interessante. Il cimitero risale agli anni’20 del 1800 e dal quel momento in poi vi sono stati sepolti personaggi celebri del calibro di Baudelaire, Samuel Beckett, Jean-Paul Sartre, Andre Citroen e molti altri che vi lasciamo scoprire da soli per non togliervi il piacere della sorpresa.

Il cimitero è aperto tutti i giorni con orario variabile a seconda della stagione, ma in linea di massima lo troverete aperto dalle 8:30 alle 18:00. Ovviamente l’ingresso è gratuito.

Altre attrazioni e luoghi di interesse

La Gare Montparnasse è la grande stazione ferroviaria dove arrivano treni provenienti da fuori città e alcune linee della metropolitana. Le attrattive della stazione si trovano sul tetto: il Jardin l’Atlantique è uno spazio verde dove rilassarsi e fermarsi per qualche minuto per staccare la spina dal traffico e dal caos che spesso caratterizza la zona. Interessante per le famiglie con i bambini, è il Centro di Animazione Oceanografica Garef, dove vengono organizzate mostre ed eventi dedicate al mondo marino.

Dal punto di vista museale, nel quartiere troverete il Museo Bourdelle, dove sono esposte le opere dell’allievo di Rodin, il Museo du Montparnasse, dove sono ospitate mostre d’arte temporanee e il Museo Pasteur, che altro non è che l’appartamento dove il famoso chimico passò gli ultimi anni della sua vita e dove sono esposti alcuni oggetti che gli sono appartenuti.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)