martedì 12 dicembre 2017
Home » Pasqua 2018 » Pasqua al Mare al caldo » Pasqua alle Seychelles “fai da te”

Pasqua alle Seychelles “fai da te”

Pasqua alle Seychelles
Pasqua alle Seychelles: una vera meta di mare esotico da sogno, purtroppo decisamente costosa!


A differenza di quello che si è portati a pensare, le Seychelles non sono più una meta inarrivabile per i costi improponibili e destinata a pochi turisti facoltosi. Non vogliamo che ci fraintendiate, non è che le cose siano cambiate radicalmente, infatti le Seychelles sono ancora una meta esclusiva e fuori dal comune, ma oggi è abbastanza semplice visitarle con un viaggio “fai da te”, pianificando tutto in completa autonomia, a partire dall’aereo fino alla sistemazione e ai mezzi di trasporto, senza spendere un’esagerazione.

Un’ottima occasione per fuggire in questo angolo di paradiso è proprio il periodo Pasquale: i prezzi sono più alti, è vero, ma non eccessivi come ad esempio il periodo di capodanno.
Se vi abbiamo stuzzicato l’interesse, andiamo a vedere come poter organizzare un viaggio in queste fantastiche isole, a partire dalle prime informazioni utili che è necessario sapere.

Info pratiche per le Seychelles

Il Clima

Il periodo migliore per recarsi alle Seychelles è quello che va da dicembre a marzo: ideale trascorrervi la Pasqua, anche se, in effetti, può capitare che in determinati anni cada in aprile. In linea generale tra marzo ed aprile, le temperature sono piacevoli e mai afose: le temperature oscillano tra i 25° e i 29° e gli unici inconvenienti che potrebbe capitare di affrontare sono i brevissimi e improvvisi temporali. Vi suggeriamo di portare con voi un ottimo repellente per le zanzare e per i moscerini, visto che durante questo periodo, le Seychelles sono purtroppo infestate dai mosquitos, piccoli insetti che provocano delle fastidiose punture, specie in spiaggia. Non dimenticatevi poi una buona crema solare per proteggervi a qualsiasi ora del giorno: siamo quasi sopra l’Equatore!

Come arrivare alle Seychelles

Pasqua alle Seychelles
Pasqua alle Seychelles: una vera meta di mare esotico da sogno, purtroppo decisamente costosa!

Per arrivare all’aeroporto principale dell’isola, quello di Mahè, dovrete effettuare almeno uno scalo. Non ci sono voli diretti dall’Italia, quindi vi consigliamo di controllare le ottime tariffe proposte dalle compagnie medio orientali come Emirates, Qatar Airways e Oman Air. Tutte effettuano uno scalo, ma le tariffe sono davvero concorrenziali.
Per quanto riguarda le compagnie europee vi suggeriamo di controllare la low-cost tedesca Condor, che effettua un volo diretto da Francoforte: non troverete il lusso delle compagnie medio orientali, ma le tariffe sono buone.

Come spostarsi

Le Seychelles, sono composte da numerose isole minori e da tre isole principali, quali La Digue, Praslin e Mahè. Per chi fosse interessato ad intraprendere un tour alla scoperta di tutte e tre le isole, può utilizzare i piccoli aerei ad elica che effettuano collegamenti giornalieri oppure può scegliere la via marittima utilizzando i catamarani, certamente più romantici, ma molto più lenti.

Per spostarsi all’interno delle varie isole le soluzioni sono diverse: se avete già compiuto 21 anni e non avete problemi a guidare sulla sinistra, allora potrete noleggiare una macchina al vostro arrivo in aeroporto: in questo modo potrete esplorare l’isola in totale libertà. In alternativa, se vorrete cercare di risparmiare ancora di più, potrete affidarvi agli efficienti mezzi pubblici che mettono in collegamento tutte le varie parti dell’isola.

Dove dormire?

Ci sono due possibilità molto diverse tra loro: la prima è quella di soggiornare nei resort luccicanti e lussuosi dotati di spiaggia privata e proposti dalla maggior parte dei tour operator, ovvero quelle strutture che hanno reso famose le Seychelles come meta esclusiva. L’alternativa è a basso costo e permette di immergersi a stretto contatto con la gente del posto: si tratta di pernottare in una delle tante guest house.
Come ben avrete capito le guest house sono la valida ed economica alternativa ai resort: non sarà difficile prenotare direttamente dall’Italia, visto che moltissime strutture si trovano facilmente anche su internet. A tutto ciò aggiungiamo un particolare interessante: molte guest-house sono dotate di un cucinotto a disposizione degli ospiti dove sarà possibile prepararsi liberamente il proprio pasto. Un’altra cosa interessante è che quando saranno gli abitanti del luogo a preparare i pasti, potrete approfittarne per assaggiare le specialità culinarie tradizionali, vere. Una nota a cui vi consigliamo di fare attenzione: conviene pagare sempre in Rupie e non in Euro, visto che spesso potrebbero applicare un cambio non troppo favorevole.

Mare, e non solo

Alle Seychelles si viene per fare il mare ed immergersi nella natura più vera. La vera attrattiva sono le spiagge: ad esempio a Praslin troverete Anse Lazio che offre un paesaggio da cartolina: spiaggia bianchissima e mare cristallino che cambia tonalità mentre degrada verso il largo. La spiaggia è inframezzata da scogli levigati e da palme verdissime: perfetta anche per scattare delle meravigliose fotografie e fare delle interessanti immersioni per ammirare i fondali.

Inoltre dal porticciolo di Praslin partono numerose escursioni giornaliere dirette verso isolotti minori: sarete lasciati sull’isola al mattino dove potrete stare in pace fino all’ora del tramonto, quando verranno a riprendervi. La stessa formula è attiva anche dal porticciolo di La Digue. Proprio a La Digue si trova la spiaggia tra le più fotografate di tutte le Seychelles: stiamo parlando di Anse Source d’Argent, caratterizzata da una spiaggia bianchissima e da palme verdi che la delimitano. Per quanto riguarda Mahè, le spiagge più famose e frequentate sono quella di Beau Vallon, che compete con le altre due spiagge che vi abbiamo detto prima, e quelle di Anse Soleil e Anse Petit.

La Pasqua alle Seychelles

La Pasqua è molto sentita dagli abitanti delle Seychelles, visto che la maggior parte della popolazione è di fede cristiana. Durante la settimana di Pasqua vengono organizzate numerose processioni che culminano il Venerdì Santo con la processione tra le vie del centro: si percorre le tappe della Via Crucis, portando a spalla una croce di legno come simbolo della sofferenza di Cristo. Partecipano tutti, dalle donne fino ai bambini che silenziosamente accompagnano i loro genitori. La particolarità è che, a differenza delle nostre processioni che spesso avvengo all’interno delle chiese, questa avviene a cielo aperto con una temperatura che spesso sfiora i 33 gradi. Se vorrete partecipare dovrete mettere in conto di sudare almeno un po’. La domenica, la Pasqua viene celebrata con una messa tradizionale in tutte le chiese, sia che si tratti di cristiani romani, anglicani ed ortodossi.

Durante il periodo pasquale moltissimi turisti decidono di recarsi alle Seychelles, sfruttando il periodo di ferie, quindi può capitare che molte strutture siano over-booking: per questo motivo, vi consigliamo di prenotare con largo anticipo anche per accaparrarsi le offerte migliori. E’ un consiglio un po’ ovvio che però qui vale… doppio!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)