martedì 12 dicembre 2017
Home » Pasqua 2018 » Pasqua in Italia 2018 » Pasqua a Venezia: eventi e guida di viaggio

Pasqua a Venezia: eventi e guida di viaggio

Vacanze di Pasqua a Venezia
Che sbadati...! Un bel giro in gondola non ve lo avevamo consigliato?! Non perdetevi un tour in uno dei simboli della città


Venezia è una città che possiede un vestito da indossare per ogni occasione: la Venezia festosa del Carnevale non è quella misteriosa dei giorni invernali, esattamente come la Venezia della Biennale non ha niente a che vedere con la città durante le festività, come la Pasqua ed il Natale. In fondo Venezia è una città talmente variegata in ogni suo aspetto che, per poterla apprezzare fino in fondo, le andrebbero dedicati almeno una decina di giorni. Purtroppo non tutti hanno a disposizione tutti questi giorni di ferie: per questo motivo cercheremo di mettere in evidenza i punti salienti della città, visitabili in una manciata di giorni.

Visitare Venezia durante il periodo di Pasqua equivale ad avere una buona dose di pazienza, visto che in questo periodo la città è letteralmente presa d’assalto da migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. La nota positiva è che non ha una superficie tanto estesa e, di conseguenza, tutti i maggiori punti di interesse sono raggiungibili con una camminata a piedi attraverso le tradizionali calli. Opere d’arte, monumenti, chiese, palazzi, scorci unici: Venezia è pronta ad accogliervi.

Per rendere la vostra permanenza nella città lagunare ancora più piacevole, ecco una breve guida pensata per un itinerario di pochi giorni.

Venezia: informazioni utili per arrivare, spostarsi e soggiornare

Come arrivare

Venezia è raggiungibile in molti modi diversi: data la nostra esperienza, riteniamo che il treno sia in assoluto il mezzo migliore per arrivare direttamente nel cuore della città lagunare. La stazione di Venezia Santa Lucia è collocata nella zona nord occidentale della città: una volta giunti a destinazione basterà uscire dalla stazione per avere a disposizione numerose linee di vaporetti che vi porteranno verso la vostra sistemazione. Niente traffico, niente caos: il treno arriva nel cuore di Venezia senza intoppi.

Vacanze di Pasqua a Venezia
Che sbadati…! Un bel giro in gondola non ve lo avevamo consigliato?! Non perdetevi un tour in uno dei simboli della città

In alternativa potrete decidere di optare per la macchina o l’aereo: se deciderete di arrivare in auto dovrete parcheggiare a Piazzale Roma, per poi proseguire verso il centro della città, utilizzando un vaporetto o proseguendo a piedi. Per quanto riguarda l’aereo, tutti i voli provenienti dall’Italia o dall’estero atterrano all’aeroporto internazionale Marco Polo: una volta giunti a destinazione, troverete una stazione dei vaporetti poco distante dal terminal. Passando per le isole di Murano e Burano, il vaporetto vi porterà presto a destinazione.

Spostamenti

Il modo migliore per spostarsi è camminare: attraverserete calli, ponti, strette viuzze, piazze. Anche se sarà abbastanza faticoso riuscire a districarsi dalla folla che in qualche luogo rallenterà il vostro procedere, vi consigliamo di non demordere e di assaporare ogni scorcio che Venezia saprà regalarvi. In alternativa, se avete bambini al seguito o valigie pesanti, potrete prendere in considerazione i vaporetti: le corse sono tutte molto care, quindi cercate di limitare al minimo gli spostamenti con questo mezzo.

Dove dormire

Per quanto riguarda il soggiorno, ricordatevi sempre che Venezia è cara e può raggiungere punte imbarazzanti! Comunque non abbattetevi, visto che cercando accuratamente e muovendovi con un certo anticipo potrete riuscire a trovare la sistemazione adatta alle vostre tasche: le zone dove vi consigliamo di cercare sono Canareggio e Lido. Il primo è un quartiere poco turistico, dove si trovano hotel con un buon rapporto qualità/prezzo. Ricca anche l’offerta di camere e appartamenti tramite Airbnb. Sarebbe interessante quest’ultima soluzione per osservare da vicino la vita quotidiana di un veneziano che, vi assicuriamo, è completamente diversa dalla maggior parte della altre città italiane, a cominciare dagli spostamenti.

Un altro buon compromesso è il Lido, distante pochi minuti di traghetto dal centro, dove si trovano sistemazioni molto più economiche rispetto al centro.

Venezia: cosa vedere

Consigliarvi cosa vedere a Venezia è una lista interminabile di monumenti, isolette, ponti e scorci, ma per prima cosa dobbiamo dire che, prima ancora che “visitata”,  Venezia va vissuta. E’ una città che respira: ve ne accorgerete soprattutto al calar della sera, quando molti turisti si ritirano e vi ritroverete a camminare da soli nelle calli.

Comunque, se non siete mai stati a Venezia, vi consigliamo di cominciare dai luoghi più “turistici”: Piazza San Marco in primis, il simbolo della città, con la sua Basilica che vi consigliamo di visitare senza dubbi. In ogni angolo della piazza c’è qualcosa da vedere o da fotografare: il campanile, il Palazzo Ducale, la vista sulla laguna ed i suoi famosi caffè. A proposito di questi, concedetevi un piccolo lusso! Sedetevi in uno dei prestigiosi tavolini all’aperto e ascoltate il suono del pianoforte, mentre osservate il lento scorrere dei turisti e dei piccioni che animano la piazza. Noi vi consigliamo il Florian.

Proseguite verso la laguna: ammirate il Ponte dei Sospiri, ultimo luogo attraversato dai condannati a morte, e camminate verso l’Arsenale. Non ci sono particolari attrazioni da vedere, ma avrete una prospettiva molto diversa sulla laguna e sulla zona di Piazza San Marco.

In alternativa, lasciatevi la Basilica di San Marco sulla destra e ammirate la splendida Torre dell’Orologio, porta d’accesso verso il dedalo di calli che vi porteranno al Ponte di Rialto. Seguite la calle Merceria dell’Orologio, e proseguite verso la Merceria s. Zulian e la Merceria del Capitello: a questo punto percorrendo la Calle Larga Mazzini sarete arrivati sulla Riva Ferro, davanti al Ponte di Rialto. Durante il percorso incontrerete numerose boutique di alta moda, mentre sul ponte troverete negozi di alta lavorazione artigianale, sia del vetro che della pelle e anche del legno. Il Ponte offre una meravigliosa prospettiva sul Canal Grande, ideale per scattare delle belle foto.

Sulla sera vi consigliamo di fermarvi in uno dei tanti bacari per bere un bicchiere di vino e assaggiare le specialità tipiche veneziane. Uno dei luoghi più frequentati dai giovani veneziani è Campo Santa Margherita, che si trova nella zona di Dorsoduro.

Per quanto riguarda i musei e le chiese, le principali attrazioni della città sono Palazzo Ducale, Palazzo Grassi, la Collezione Peggy Guggenheim, la Basilica si Santa Maria della Salute e la Chiesa di San Giorgio. E’ consigliata una visita anche nel quartiere ebraico, zona poco battuta dal turismo di massa.

Se avete ancora tempo potrete dedicarvi alla visita delle isole limitrofe: Murano, Burano e Torcello meritano una giornata tutta per loro, non solo per gli scorci e la tranquilla vita quotidiana che vi si svolge, ma anche per gli antichi mestieri che ancora le contraddistinguono. Dalla parte opposta della città, nella zona dei Giardini della Biennale, si trova la piccola isola di San Lazzaro degli Armeni, oasi naturale dove si trova un antico monastero armeno, con libri e antichi manoscritti.

La Pasqua a Venezia

Converrebbe organizzare la vacanza pasquale a Venezia a partire dalla Settimana Santa: in questo frangente potrete vivere le vere tradizioni della città, esattamente come li vivono i suoi abitanti.

Si comincia con il Giovedì Santo, quando tutte le chiese restano aperte e al loro interno vengono decorate con fiori e candele, in attesa della resurrezione di Cristo. Il Venerdì Santo vengono organizzate numerose processioni che ripercorrono le tappe della Via Crucis: noi vi consigliamo la Chiesa di San Giorgio Maggiore, da dove potrete ammirare Piazza San Marco in versione notturna.

Il Sabato Santo non ci sono particolari appuntamenti, quindi se non avete ancora deciso dove trascorrere la Pasqua, vi consigliamo di approfittarne per scegliere uno dei tanti ristoranti che organizzano il pranzo pasquale: i locali in centro non hanno mai dei prezzi molto economici e spesso la maggior parte dei menù è molto turistico, quindi vi consigliamo di cercare un locale leggermente fuori mano, verso la Giudecca o Canareggio.

Per quanto riguarda i giovani, basterà dirigersi verso Mestre per trovare locali e discoteche che propongano qualche appuntamento o evento pensato appositamente per la serata di Pasqua.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)