martedì 12 dicembre 2017
Home » Idee per i Ponti » Carnevale 2018 » Mini guida per Venezia durante il Carnevale

Mini guida per Venezia durante il Carnevale

Carnevale di Venezia: la guida
Tipiche maschere al Carnevale di Venezia: che colori!


Misteriosa e silenziosa durante tutto l’anno, Venezia cambia volto e si anima durante il periodo del Carnevale, trasformando le sue calli in una fiumana di turisti che l’attraversano in lungo e in largo. Le origini del Carnevale sono molto antiche e risalgono ai tempi della Repubblica Marinara della Serenissima: molti riti e tradizioni vengono fatti rivivere tutt’oggi e molti di essi si basano su richieste di buon auspicio per la salute e gli affari.

Se scegliete di visitare la città durante il periodo di Carnevale è preferibile anticipare i tempi di organizzazione del viaggio, in quanto il periodo vede riversarsi nella città lagunare molti turisti da tutto il mondo. Cercate quindi di prenotare il vostro alloggio con larghissimo anticipo, iniziando dal mese di dicembre o nei primi giorni dell’anno, anche se le sistemazioni migliori e più convenienti sono confermate di anno in anno…

Vediamo assieme un itinerario di due giorni, utile per scoprire i luoghi più importanti della città e per vivere appieno il periodo del Carnevale Veneziano.

Itinerario Turistico

Primo Giorno

Il carnevale di Venezia dura circa un mese, ma le attrattive più importanti si svolgono in pochi giorni. Scegliete quindi di viaggiare consultando il programma che viene esposto dal comune di Venezia con largo anticipo, per annotarvi gli appuntamenti di maggiore interesse. Tra i tanti non può mancare il famoso “Volo dell’Angelo”, un rito che vede calarsi dal campanile di San Marco una fanciulla vestita di bianco come una colomba. Solitamente la fanciulla appartiene al mondo dello spettacolo, del canto e della danza ed essa diventa la madrina dell’edizione in corso del Carnevale. Da alcuni anni l’angelo viene interpretato dalla Maria dell’anno precedente, ovvero dalla ragazza che ha vinto il titolo durante l’edizione precedente del Carnevale. Questo rito avviene nei primi giorni dei festeggiamenti e si propone come una scenografica rievocazione del volo dell’angelo, effettuato durante il periodo dei Dogi per festeggiare la partenza del Carnevale. Se desiderate partecipare a questa scenografica manifestazione potete recarvi in Piazza San Marco per assistere all’evento.

Carnevale di Venezia: la guida
Tipiche maschere al Carnevale di Venezia: che colori!

Il “volo” avviene solitamente il mattino, per cui potete scegliere di dedicare il pomeriggio della giornata alla visita delle zone che circondano Piazza San Marco, per rimanere vicino all’avvenimento. In questa piazza potete perdervi nel chiasso e nel fragore della folla mascherata, scegliendo di visitare la Basilica di San Marco e l’adiacente Palazzo Ducale, veri simboli della città veneziana. Spostandovi verso i Giardini dell’Arsenale potete ammirare il famoso Ponte dei Sospiri, dove transitò per essere rinchiuso nelle prigioni Giacomo Casanova, assieme a tantissimi altri prigionieri.
Proseguite il tour con un aperitivo nella limitrofa zona delle Zattere, dislocata dietro Piazza San Marco e molto vicina alle attrazioni descritte.
Se amate la festa notturna, potete contare sui tanti avvenimenti serali che animano il Carnevale, un periodo durante il quale la città si “accende” in ogni calle. La festa più vivace avviene in Campo Santa Margherita, raggiungibile a piedi con una passeggiata, oppure prendendo un battello che vi avvicini alla destinazione. Campo Santa Margherita si anima per l’occasione con bancarelle, chioschi di bibite e tanti concerti dal vivo suonati nel campo fino a notte fonda.

Secondo Giorno

Per riposarvi dalla giornata appena trascorsa, potete dedicare la mattinata del secondo giorno ad una vista al ghetto ebraico, luogo di pace dove convivono culture diverse e dove l’architettura si propone sicuramente interessante. Il ghetto vecchio si trova a pochi passi dalla stazione dei treni di Santa Lucia, in zona Canareggio. Potete scegliere di passeggiare tra le vie, visitando i negozi che vendono articoli di cultura ebraica ristorandovi con un ottimo falafel ebraico o con un pasto kosher disponibile nei bistrot presenti in questa zona.

Al pomeriggio potete dedicarvi alla visita di qualche museo cittadino, soprattutto se le esposizioni proposte sono di vostro interesse. Tra i tanti e scenografici musei presenti a Venezia merita di essere visitato il Guggenheim, in quanto dal suo giardino ricco di opere d’arte si può contare su una vista mozzafiato della laguna. Il museo ospita un’esposizione permanetene di arte contemporanea, e periodicamente propone esposizioni temporanee di sicuro interesse per chi ama le correnti artistiche più moderne. Piccolo e confortevole, questo spazio museale può “rubarvi” poche ore, per cui si presenta come la soluzioni migliore se avete a disposizione poco tempo per vistare la città. Verso l’orario serale potete recarvi al Ponte di Rialto, zona animata da locali incastonati nel ponte stesso e da molti bacari, le tipiche osterie veneziane dove si possono mangiare i tipici stuzzichini e bere un “ombra” di buon vino. Anche la zona di Rialto è molto frequentata durante il Carnevale e spesso hanno luogo concerti che intrattengono il pubblico fino a tardi.

Venezia: informazioni pratiche

Dove mangiare

Venezia è una città immensamente ricca di proposte culinarie, ma molte sono prettamente dedicate ai turisti. Massima attenzione a dove capitate, dunque, visto che purtroppo la qualità di molti locali lascia a desiderare e i prezzi si propongono altissimi.
Rifugiatevi nei locali storici, sui bacari e assaggiate gli antipasti a base di baccalà mantecato con crostini, sarde “in saor” e acciughe, accompagnando il tutto con un bel bicchiere di vino bianco. Per quanto riguarda la cena e il pranzo, cercate di defilarvi dalle zone più centrali, scegliendo ristoranti oppure luoghi che propongono una cucina tradizionale e non il classico menù turistico. Se desiderate mangiare una buona pizza potete recarvi nella vicina Isola di S. Elena e prenotare un tavolo alla pizzeria La Vecia Gina. Questa pizzeria è una delle più storiche della città e propone ottime pizze tradizionali ad un costo equilibrato. Sebbene durante il carnevale non si possa cenare nel plateatico esterno (fa troppo freddo!), il locale dispone di un ampio spazio interno. Attenzione agli orari, in quanto Venezia è una città che non tira tardi. Se volete cenare prenotate sempre un tavolo e assicuratevi che il servizio si protragga almeno fino alle 21. Molti locali smettono infatti di servire i pasti già a quest’ora per cui potreste rischiare di restare all’asciutto! Per quanto riguarda i ristoranti tipici, potete sceglier una delle trattorie dislocate in Via Garibaldi, vicina ai Giardini dell’Arsenale e alla stessa Isola di Sant’Elena. In questa via si trovano molti ristoranti frequentati anche dai veneziani e molti pub dove è possibile bere un drink serale. Questi locali prolungano inoltre l’orario di chiusura, per cui diventa più semplice cenare soprattutto se avete “allungato” i tempi fermandovi ad osservare le maschere che popolano la città.

Come arrivare e come muoversi

Venezia è una città unica nel suo tessuto urbano. Per arrivare in città esistono due modi: in automobile parcheggiando al Piazzale del Tronchetto, oppure nell’adiacente Piazzale Roma, oppure con il treno. Considerate che i parcheggi sono molto costosi e che durante il periodo del carnevale è sicuramente difficile trovare uno spazio libero. Il metodo migliore e meno stancante per raggiungere la città è sicuramente il treno, il quale collega tutte le città d’Italia. La stazione di Venezia S. Lucia rappresenta il capolinea e si trova in un punto nevralgico della città. Una volta sbarcati in stazione oppure a Piazzale Roma (attiguo alla stazione dei treni) potete scegliere se visitare Venezia a piedi, oppure affidarvi alla rete di trasporti pubblici, i vaporetti. Se dovete spostare i bagagli potete scegliere di muovervi con il vaporetto, controllando quale sia la fermata più vicina al vostro albergo o B&B.
Per quanto riguarda le giornate del carnevale, vi consigliamo di muovervi a piedi per quanto possibile. In questo periodo Venezia si riempie di maschere, colori e profumi, per cui una bella passeggiata è il modo migliore per scoprire un universo sicuramente speciale. Considerate, infine, che il costo di una tratta di vaporetto è piuttosto elevata, circa 7 euro, per cui potete scegliere di passeggiare, scoprendo monumenti e bellezze artistiche sempre nuove e lasciandovi coinvolgere dall’atmosfera festosa del carnevale.

Consigli su dove dormire

Come dicevamo, se prevedete un viaggio a Venezia durante il Carnevale procedete con una prenotazione anticipata. In questo periodo dell’anno si riversano in laguna migliaia di turisti da tutto il mondo e spesso le camere disponibili sono troppo poche per contenere il grande flusso turistico.
Ancor più che nelle altre città d’arte in Italia, a Venezia i costi degli alloggi sono piuttosto cari, ma molto dipende dalla tipologia di albergo o di B&B che desiderate frequentare. Molti sono gli alberghi dislocati in città e ogni luogo è a suo modo piacevole. Venezia offre scorci di grande bellezza in ogni angolo, per cui potete affidarvi ad una prenotazione intelligente, lasciando stare gli alloggi vicini a Piazza San Marco e preferendo soluzioni più piccole e defilate. La zona delle Zattere è ottima, così come l’area di Canareggio, in quanto vicine al centro e anche alla stazione dei treni.
Chi ama le soluzioni moderne, può contare sullo splendido Molino Stucky, ex molino interamente costruito in mattoncini e ora divenuto albergo di categoria superiore. Si tratta di un alloggio di lusso, in quanto l’albergo occupa da solo una piccola isola e propone una terrazza panoramica dove si tengono happy hours, aperitivi a tema e feste serali. Chi desidera soluzioni più economiche può ricercare nel web tra i tanti B&B che popolano la città. Assicuratevi che la posizione sia favorevole e adattatevi ai costi, in quanto nel periodo del carnevale una notte di alloggio costerà sicuramente dai 70,00 € in su. In ogni caso, ricordatevi che Venezia è una città unica, per cui prezzi e servizi si adattano non solo alla sua unicità, ma anche alle difficoltà logistiche che la vive ogni giorno.
Se faticate a trovare un alloggio in città potete cercare un’alternativa al Lido, la grande isola che si vede in lontananza. Il Lido di Venezia è una località di mare molto frequentata in estate, e sede della Mostra del Cinema di Venezia. Nel periodo del carnevale i tanti alberghi che la popolano rimangono aperti per l’occasione e offrono molti posti liberi, abbastanza strategici. L’isola del Lido è infatti collegata con Venezia tramite una capillare rete di vaporetti, per cui potete soggiornare in questa parte della città e dedicarvi alle visite diurne sposandovi con sicurezza con i mezzi pubblici. Per il periodo del carnevale sono inoltre previsti dei frequenti collegamenti notturni, i quali vi permettono di tornare in albergo anche durante la notte, vivendo appieno ogni momento.

A proposito… voi che maschera indosserete?


2 commenti

VUOI UN CONSIGLIO PER IL TUO VIAGGIO? SCRIVI UN COMMENTO: VAI IN FONDO ALLA PAGINA, O REPLICA AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. elisabetta

    Siamo un gruppo di amici che vorremmo organizzare con un pullman un breve viaggio di un giorno a venezia,vorremmo sapere dove parcheggiare il pullman e quanto costa, e che mezzo ci conviene prendere per spostarci dal parcheggio e cosa ci consigli vedere. grazie

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Suggerisco di parcheggiare al Tronchetto Bus parking, direttamente a Venezia. Da li potete muovervi a piedi o con i vaporetti.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)