giovedì 14 dicembre 2017
Home » Idee per i Ponti » Carnevale 2018 » Carnevale di Cento: date, guida, consigli

Carnevale di Cento: date, guida, consigli

Carnevale di Cento
Carnevale di Cento: la tradizionale e coloratissima sfilata dei carri


Il Carnevale ha origini molto antiche che si perdono nelle notti dei tempi romane e greche, perfino prima della venuta di Cristo. In realtà è proprio con l’avvento del cristianesimo che il Carnevale è diventata una festività legata ai paesi cattolici. Non lo sapevate? Il martedì grasso, il culmine dei festeggiamenti carnevaleschi, è il giorno in cui si cerca di mangiare il più possibile, in previsione del fatto che il mercoledì delle ceneri comincerà il digiuno della quaresima. A tali tradizioni cattoliche sono state accostate le celebrazioni profane, quali sfilate, maschere e carri allegorici, senza dimenticare gli squisiti dolci carnevaleschi prodotti esclusivamente durante tale periodo.

In Italia il Carnevale più antico è probabilmente quello di Cento, paese in provincia di Ferrara, tanto che le sue origini vengono fatte risalire al lontano 1600. La cosa piacevole, che ci piace sottolineare ogni volta, è che i festeggiamenti e i carri di Cento non sono famosi ed apprezzati soltanto in Italia, ma hanno avuto un forte risalto anche all’estero: tutto ciò grazie alla forte intuizione del patron italiano che è riuscito a gemellare la città di Cento con quella di Rio de Janeiro.
Durante ogni edizione, infatti, numerosi carri italiani si esibiscono al Sambodromo di Rio e numerosi ballerini brasiliani sfilano per le vie di Cento!

Il Programma del carnevale di Cento

Il fulcro del divertimento del Carnevale di Cento è il centro della città: a partire dalle ore 14:00 fino alle 18:30 numerosi carri allegorici sfileranno per Corso Guercino e la sua piazza, ma non solo. Infatti in piazza Guercino saranno in programma numerosi appuntamenti collaterali come spettacoli di gruppi musicali, calorosi balli con i ballerini provenienti da Rio, interviste ad ospiti d’eccezione, esposizioni e molto altro. La particolarità del Carnevale di Cento, che piace molto agli spettatori presenti, è il fatto che durante la sfilata, dai carri vengono lanciati peluches, palloncini, giocattoli, che rendono tutto ancora più caotico e divertente.

Carnevale di Cento
Carnevale di Cento: la tradizionale e coloratissima sfilata dei carri

I carri di cartapesta, preparati gratuitamente durante l’anno dalle 5 società storiche carnevalesche (Mazalora, Toponi, Sculason che Riscatto, Risveglio, I Ragazzi del Guercino), sfileranno per tutte e 5 le domeniche del periodo del Carnevale, ma soltanto l’ultima domenica vedrà la proclamazione del vincitore dell’edizione annuale. Alla fine della sfilata, infatti, in Piazzale della Rocca verrà premiato il carro vincitore e successivamente avverrà il famoso rogo della maschera di Tasi, tipica maschera centese ispirata ad un personaggio realmente esistito.

A differenza del Carnevale di Viareggio o di Venezia dove è possibile assistere alle sfilate da una tribuna, a Cento non c’è questa possibilità. Per questo motivo il Carnevale di Cento è consigliato ai gruppi di giovani e a tutti coloro che non hanno grandi difficoltà di movimento: una carrozzina o un passeggino faranno certo più fatica a farsi largo tra la folla.

Le date 2017

Quest’anno le sfilate ci saranno il 12, 19, 26 febbraio, ed il 5 e 12 marzo 2017. Gli orari sono circa dalle 14:00 fino alle 18:30.

Eventi Collaterali

Come abbiamo detto sono molte le attività collaterali che è possibile ammirare durante il Carnevale di Cento: tra tutte, quella che ci piace particolarmente, è la possibilità di visitare i capannoni dove vengono creati e assemblati i carri di cartapesta. In questo modo sarà possibile ammirare l’estenuante lavoro che ogni anno intraprendono gli appartenenti alle sei società carnevalesche. Oltre a tutto ciò, verranno organizzate esposizioni di auto come Ferrari, Lamborghini, Ducati e la vecchia Topolino, tornei di basket e di calcio, rievocazioni storiche, ritrovi di campeggiatori, manifestazioni filateliche, spettacoli culturali: in sostanza tutta la città e chi si troverà nei pressi di Cento per festeggiare il Carnevale, sarà piacevolmente coinvolto in ogni iniziativa collaterale.

Biglietti: quanto costano e come acquistarli

Il biglietto intero per una domenica quest’anno costa 15,00 € a persona. I bambini sotto 1,20 m entrano gratuitamente. Ci sono degli sconti particolari per tutti i gruppi superiori a 25 persone: in tal caso la prenotazione è obbligatoria e il prezzo a persona scende a 11,00 €. Lo stesso vale per tutti i possessori della carta Plein Air: il prezzo sarà di 11,00 €.

Vista la folla che ogni anno si accalca alle biglietterie della città, vi consigliamo di acquistare il biglietto direttamente sul web: questo è il sito ufficiale del carnevale di Cento. Eviterete la coda ed entrerete più agilmente alla manifestazione. Acquistando online pagherete anche dei diritti di prevendita di 2,25 € e  avrete l’impossibilità di applicare sconti ai possessori delle tessere Plein Air: tuttavia registrandosi sul sito ufficiale avrete diritto ad un coupon sconto di 4,00 €, quindi farlo online risulta decisamente consigliabile! Ricordatevi di registrarvi sul sito per avere il codice sconto.

La città di Cento (Ferrara)

Recarsi a Cento per Carnevale può essere una buona occasione per visitare tutte le meraviglie che la città offre al turista in visita. Facciamo un breve excursus al riguardo.
Vi consigliamo una visita alla Chiesa del Rosario e della Pinacoteca dove sono conservate le opere barocche del Guercino. Opere presenti in mostra attualmente anche nella chiesa sconsacrata di San Lorenzo.
Se vi piace il barocco, non dovrete perdervi neanche la Basilica Collegiata di San Biagio, ispirata sempre a quel tipo di stile architettonico. Assolutamente da non sottovalutare un assaggio delle specialità eno-gastronomiche della zona: siamo pur sempre in Emilia Romagna, cuore pulsante di alcune tra le specialità italiane più rinomate, ad iniziare da quelle al ragù!

Come arrivare a Cento

Anche se troverete un po’ di coda in ingresso alla città, vi consigliamo di arrivare a Cento con un mezzo proprio. Infatti la città non è servita da alcuna rete ferroviaria e gli unici autobus extraurbani provengono soltanto da Bologna, Ferrara e Modena.

Nel caso decidiate di arrivare in auto, avrete una ampia facilità di parcheggio dato che tutte le aree di sosta attorno al circuito sono gratuite. In Via Rigone è inoltre presente un parcheggio riservato per i pullman. Altrimenti potrete avvicinarvi anche di più verso i festeggiamenti di Corso Guercino: avrete a disposizione altri due parcheggi, quello di Via IV Novembre e quello di Via della Libertà, entrambi a pagamento.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)