Pasqua in Grecia: consigli per organizzare il viaggio

Un fantastico panorama della Grecia: Santorini
Un fantastico panorama della Grecia: Santorini

Se fino a qualche anno fa la Grecia era considerata una meta quasi esotica dalla maggior parte degli italiani, a causa dei prezzi alti e dei collegamenti scarsi, adesso è possibile organizzare una vacanza low-cost già a partire dai collegamenti aerei che l’hanno resa talmente vicina e raggiungibile, da essere ormai considerata una meta abbordabile anche per un solo weekend.

I voli stagionali sono già presenti, il clima è buono, specie nelle isole a sud, quindi l’abbiamo eletta come una delle migliori mete di mare a Pasqua. Vediamo qualche dritta su come organizzare il viaggio.

Pasqua in Grecia: informazioni utili

A chi è consigliata

Da ciò che rimane nell’immaginario collettivo degli anni ’80 (boom del turismo Italiano nelle isole Greche) e da quello che vediamo nei Tg riguardo alle proteste per la grande crisi economica, la Grecia può sembrare Paese quasi sottosviluppato, caotico, in particolare Atene: niente di tutto questo.

Certo, è un Paese purtroppo mediamente povero (adesso più che mai), ma molto dignitoso e ben organizzato. Ha molte strutture nuovissime (la metro di Atene, i traghetti, molte costruzioni), accanto a vecchiumi vari, ma non va classificato come un Paese pieno di contraddizioni, anzi!

Qui le tradizioni hanno ancora una grande importanza e questo lo si vede un po’ in tutte le cose, ad iniziare dalla squisita ospitalità riservata ai turisti, ma anche dagli eventi pasquali a cui potrete assistere.

Se in estate è meta di giovani provenienti da tutta Europa, durante il periodo della Pasqua è consigliata molto di più a famiglie e coppie in cerca di una vacanza rilassante, lontana dal caos e dalla folla.

mappa grecia
La mappa della Grecia, che evidenzia la natura molto insulare dello Stato

Come arrivare in Grecia

Il modo più veloce ed economico per arrivare in Grecia è senz’altro quello dei voli low-cost: Ryanair collega vari aeroporti della nostra penisola con alcune delle isole più belle, da Skiathos nel nord a Creta, la più a sud. Ma potrete controllare anche i collegamenti di easyJet, Vueling e Volotea.

Volendo è possibile arrivare anche con la nave: i collegamenti sono molto frequenti, ma anche un po’ scomodi, soprattutto nel caso in cui decidiate di andare in Grecia solo per il breve periodo di Pasqua.

Cucina greca

In una parola: fantastica. Genuina, semplice ma saporita, molto Mediterranea, incontra tutti i gusti spaziando dal pesce alle verdure di ogni tipo alle carni. E’ facile trovare una taverna un po’ ovunque e i prezzi sono sempre una piacevole sorpresa. Sul cibo in Grecia, abbiamo scritto un articolo dedicato!

Dove Dormire in Grecia

Due sono le principali tipologie di sistemazioni che troverete: gli hotel e gli studios.
Gli hotel generalmente sono strutture medie o grandi, mediamente lussuosi fino ai 5 stelle di gran lusso. I prezzi variano molto, ma i resort a 4 e 5 stelle sono ovviamente costosi, dai 200,00 € a notte in su.

Le strutture a gestione familiare qui invece si chiamano studios e sono una via di mezzo tra un piccolo hotel ed un residence, sono una soluzione ideale per il turista di ogni età ed esigenza e hanno il grande vantaggio di avere una atmosfera molto più Greca rispetto agli hotel.

Le camere sono infatti sempre grandi e dotate di angolo cottura, nonostante sia servita sempre almeno la colazione, in modo da dare all’ospite grande indipendenza. Solitamente sono equiparabili come livello a dignitosi 2 stelle, ma è possibile trovare anche strutture più grandi con piscina, fino a vere “villas” di grande fascino.

Tutti ormai sono presenti sui circuiti di prenotazione online, ma è sempre possibile anche trovare una sistemazione direttamente sul posto.

Un fantastico panorama della Grecia: Santorini
Un fantastico panorama della Grecia: Santorini

La gente greca

La popolazione greca per gli Italiani è sempre una piacevole sorpresa. Si dice spesso che i Greci sono molti simili agli Italiani: verissimo, ma sembra che abbiano preso solo il meglio dagli Italiani. Sono chiacchieroni come Toscani, precisi come Milanesi, pratici e spicci e un po’ pigri come Napoletani.

Oltre ai gestori degli hotel e taverne, sempre molto gentili, troverete molti Greci in vacanza, un po’ ovunque tranne che nelle zone più affollate. I Greci in spiaggia sono alquanto buffi, in quanto hanno la tendenza a fare tutti le stesse cose: tutti sorseggiano grandi caffè-frappè lentamente per ore, tutti stanno tantissimo al cellulare, tutti fumano.

Passano ore in mare nell’acqua alta mezzo metro. Le ragazze sono inconfondibili: portano tutte sandali bassi (mai vista una ragazza Greca con i tacchi) e usano smalti dai colori molto accesi, a periodi di moda anche in Italia. Sembrano tutti piuttosto spensierati: mangiano senza orari precisi, e se sono da soli (ad esempio sul bus), cercano subito qualcuno con cui attaccare discorso.

Pasqua in Grecia: eventi e tradizioni

Settimana Santa

La Pasqua è una delle festività più sentite dai greci ortodossi, anche perché legata al momento di rinascita portato dalla primavera: gli eventi e le processioni caratterizzano tutta la Settimana Santa che inizia la Domenica delle Palme, quando le case e le chiese vengono addobbate con foglie di palma.

Il Lunedì Santo inizia la Quaresima e il periodo del digiuno: questo giorno è dedicato a Giuseppe figlio di Giacobbe e di solito le famiglie si riuniscono fuori dalle città, sui prati, per far volare gli aquiloni e le bambole con sette gambe. La lagana è un pane quaresimale che si mangia esclusivamente.

Il Martedì Santo è la serata della fedeltà che viene richiamata con il canto “Tropario Kassianis”, alquanto suggestivo. Il Mercoledì Santo si celebra il Sacramento dell’Olio Santo, mentre il clou delle processioni e degli eventi è fissato per il Giovedì Santo.

Il pomeriggio vengono dipinte le uova di rosso e viene preparato il dolce tipico della giornata, il tsoureki, una ciambella che sulla sua superfice, può contenere le uova sode dipinte di rosso. L’Epitaffio viene adornato di fiori bianchi per essere portato in processione il giorno successivo.

Il Venerdì Santo, la sera, i fedeli portano in processione l’Epitaffio, tra momenti di raccoglimento e di gran dolore. La processione viene accompagnata con le candele accese. Tra le rappresentazioni più suggestive, quella di Nafpaktos, dove si svolge la battaglia di Lepanto, e quella di Etoliko. A tavola viene preparata una zuppa di sesamo e lattuga.

Il Sabato Santo è il giorno della preparazione: molto suggestiva è la messa serale illuminata dalle candele portate dai fedeli. Si attende il suono delle campane che indicano il momento della Resurrezione. In alcune famiglie si prepara una zuppa, la maghiritsa, che verrà mangiata sia la notte del sabato che la domenica di Pasqua.

La Domenica di Pasqua è un momento di festa: se il tempo è bello, se ne approfitta per mangiare fuori, apparecchiando davanti a casa. Di solito vengono preparate pietanze a base di agnello, spiedini, insalata e feta. Tra le feste più coinvolgenti appuntatevi quella di Corfù e quella di Megara, vicino ad Atene.

Specialità gastronomiche

Sono davvero tante le specialità pasquali della cucina greca: la zuppa maghiritsa è preparata con frattaglie di agnello, mentre l’ovelias è il piatto forte, ovvero l’agnello alla brace. Il dolce accompagna la fine del pasto: lo tsourekia è un pane dolce a forma di ciambella con una base di spezie.

Contatti e prenotazioni

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale del turismo della Grecia. E voi, siete pronti a partire?

4 commenti

VUOI UN CONSIGLIO PER IL TUO VIAGGIO? SCRIVI UN COMMENTO: VAI IN FONDO ALLA PAGINA, O REPLICA AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    alberto

    Cari amici sto organizzando la mia vacanza in Grecia con moglie e due ragazzi di 12 e 15 anni mi consigliate una parte della Grecia con spiagge di sabbia fine e qualche residence ?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      Ne trovi ovunque… ti suggerisco la lettura dei nostri approfondimenti sulla Grecia sul nostro sito viaggi-estate.com

  2. Avatar
    Giovanni

    Ma vi sembra di fare delle affermazioni del genere? Perché l’Italia sarebbe un paese sviluppato?

    • Marco (staff)
      Marco (staff)

      eheheh e chi l’ha scritto, caro Giovanni? Comunque capisco cosa intendi, e nno hai torto, in effetti l’Italia sta rimanendo “al palo” per quanto riguarda le infrastrutture.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.