martedì 12 dicembre 2017
Home » Londra » Trasporti di Londra » Taxi di Londra: tipologie, tariffe, come funzionano

Taxi di Londra: tipologie, tariffe, come funzionano

I taxi di Londra
Un tipico "Black Cab" ultimo modello, il taxi di Londra


A Londra i mezzi di trasporto pubblici di certo non mancano: il taxi, rispetto all’autobus e alla metropolitana, è un modo meno economico per spostarsi, ma il famoso black-cab londinese va provato almeno una volta durante un viaggio, visto che rappresenta un vero simbolo di Londra! Come del resto anche gli altri storici trasporti Londinesi: metro e bus!

Tipologie di Taxi a Londra

Con il termine “taxi” a Londra si indicano diverse tipologie di mezzi:

  • Noleggio con conducente – qui è particolarmente usato per gli spostamenti organizzati dagli hotel e per i “vip” (le limousine a Londra abbondano).
  • Minicab – appartenenti a svariate compagnie private, non possono essere fermati per strada ma solo prenotati. Si tratta sempre di noleggio con conducente, ma con un servizio più “easy” ed economico.
  • Black cab – è il classico taxi londinese, che può essere fermato per strada.

Come Funzionano e come prenderli

I “Black Cab”

Il black cab è subito riconoscibile per la sua tipica forma, tutti questi taxi infatti sono realizzati su un modello speciale di auto, il TX4, appositamente progettato per il servizio. Sono delle auto nere, un po’ grosse e goffe che hanno un simbolo giallo luminoso sul tettino, con la scritta taxi riportata sopra. La buffa forma garantisce un’area posteriore ampissima con divano e due poltroncine contro-marcia di fronte. In questo modo possono salire fino a 5 persone oltre all’autista, tutte dietro!

L’accessibilità è molto comoda, e la maggior parte dei taxi dispone inoltre di servizi accessibili per i passeggeri disabili come rampe, sedie girevoli, gradini di salita, interfono, maniglie di sostegno e segnali sia luminosi che acustici per persone con problemi visivi o uditivi.

Una cosa molto importante da sapere è che i tassisti con questa licenza hanno superato esami severissimi sulla conoscenza delle infinite strade londinesi e sui percorsi migliori, quindi il servizio è sempre ottimo e veloce. Questo può costituire inoltre un certo risparmio!

Sui black cab si può pagare sia con contanti che con carta di credito (ma non su tutti, è indicato), tuttavia con una maggiorazione abbastanza alta del 12,5%.

I taxi di Londra
Un tipico “Black Cab” ultimo modello, il taxi di Londra

Quando la scritta è accesa vuol dire che il taxi è libero e disponibile, altrimenti, se sta già trasportando clienti o è fuori servizio, la scritta è spenta. Una volta che ci si è accertati che la scritta è accesa, si può fermare il taxi direttamente in strada, facendo un piccolo segno con il braccio.
La maggior parte dei taxi confluisce nei centri nevralgici della città come le stazioni centrali e gli aeroporti: in quei posti sarà molto più facile trovare un taxi disponibile. E’ possibile anche prenotarli: tramite un numero di telefono dedicato potrete mettervi d’accordo sul luogo e sull’ora in cui necessitate della corsa, ma francamente non conviene in quanto c’è un sovrapprezzo e tanto vale usare i minicab.

Tutti i tassisti devono accettare corse fino a 12 miglia di distanza o fino ad un’ora di percorrenza all’interno del distretto di Greater London, mentre possono arrivare fino a 20 miglia se lo utilizzerete da e per l’aeroporto di Heathrow.

Minicab e altri taxi “a noleggio”

Si tratta, come detto, non di veri taxi ma di servizi di noleggio con conducente (NCC) che a Londra risultano molto diffusi. A differenza dei taxi neri, i minicab devono essere obbligatoriamente prenotati: è infatti illegale per il tassista di minicab accettare corse senza prenotazione e fermarsi su chiamata per strada.
Per prenotarli potrete rivolgervi al vostro hotel, ai ristoranti e alle discoteche. Possono anche essere prenotati da soli per telefono conoscendo il numero delle varie agenzie, oppure rivolgendosi in uno dei tanti uffici di prenotazione, molto diffusi in centro all’interno di minuscole botteghe. Per chi è più tecnologico, è anche possibile usare una delle varie app per minicab per smartphone, tra le quali vi suggeriamo: Kabbee, ComCab e ovviamente UBER.

Prima di salire su un qualsiasi taxi, accertatevi che questo abbia la licenza in regola: se i black cab sono abbastanza inequivocabili, per gli altri  è possibile accertarsene soltanto controllando la scritta Transport of London posta sul lunotto anteriore e posteriore (“TFL”).

I minicab hanno tariffe più basse rispetto ai black cab, tuttavia l’abilità degli autisti di black cab nella conoscenza delle strade e come aggirare gli ingorghi, potrebbe compensare il loro maggior costo chilometrico.

Le Tariffe

Le tariffe dei taxi sono calcolate in base al momento in cui viaggiano, giorno, notte, festività, oltre che all’intensità del traffico in cui vi imbatterete: più tempo all’interno del taxi e più alto diventerà il costo della corsa. Proprio per questo esistono tre tariffe diverse: la tariffa 1 viene applicata dal lunedì al venerdì dalle 5:00 del mattino fino alle 20:00 di sera;  la tariffa 2 copre le corse dal lunedì al venerdì dalle 20:00 di sera fino alle 22:00 e quelle effettuate il sabato e la domenica dalle 5:00 del mattino fino alle 20:00; la tariffa 3, la più cara, viene applicata alle corse effettuate tutte le notti dalle 22:00 di sera fino alle 5:00 del mattino o durante le festività pubbliche.
La corsa minima costa 2,60 £ (sterline). Se non vi sarete accordati prima sul prezzo della corsa, dovrete pagare quello che appare sul tassametro. Per tragitti lunghi o fuori città vi consigliamo di accordarvi prima di salire a bordo per evitare spiacevoli sorprese. Non ci sono spese supplementari per passeggeri aggiuntivi, cani o bagagli.

Altre spese aggiuntive: prenotare un taxi costa 2 £ in più, mentre se prendere un taxi all’aeroporto di Heathrow direttamente alla stazione dei taxi, vi costerà 2,80 £ in più. Per le corse effettuate dal 24 dicembre fino al 27 dicembre dovrete pagare 4,00 £ in più perché si tratta di festività particolari.
Una curiosità: fate molta attenzione a non sporcare il taxi, visto che il tassista, se ritiene che abbiate sporcato l’abitacolo, vi potrebbe chiedere fino a 40,00 £ in più.

Ecco alcune tariffe orientative dei taxi a Londra:

  • Dall’aeroporto di Heatrow in centro: 35/70,00 £ (non c’è tariffa fissa per gli aeroporti)
  • Dall’aeroporto di Stansted in centro: 70/90,00 £
  • Dall’aeroporto di Gatwick in centro: 60/80,00 £
  • Corsa in centro di circa 15 minuti (o 2 miglia): circa 10,00 £ (15,00 £ la notte)
  • Dal centro al Greenwich Park: 30/40,00£

Taxi, oppure metro e bus?

Pro: i taxi sono sempre in funzione, 24 ore al giorno e non avrete alcuna difficoltà a trovarne uno a qualsiasi ora. Oltretutto potrete anche accordarvi telefonicamente sul luogo e l’ora (in tal caso meglio i minicab). E’ altamente consigliato per tornare al vostro albergo se avete intenzione di tirar tardi fino a notte fonda e magari alzare un po’ il gomito: in questo modo sarete certi di tornare in hotel senza problemi. Inoltre, visto che non ci sono costi aggiuntivi in base al numero delle persone, è possibile dividere il costo facendo abbassare notevolmente la spesa per persona se siete in 3/4 persone. Infine, costituiscono l’unica alternativa se vi trovate distanti da qualsiasi stazione della metropolitana o degli autobus a due piani e magari avete fretta.

Contro: i taxi sono soggetti alla congestione del traffico e sono costosi se si viaggia da soli. In alcuni momenti e zone è difficile trovarne uno libero e ci si deve dare un gran daffare per la strada, operazione non sempre paicevole specie in caso di maltempo!


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)