martedì 12 dicembre 2017

Capodanno a Madrid

Capodanno a Madrid: la Gran Via si prepara alla festa
Capodanno a Madrid: la Gran Via si prepara alla festa


Madrid, capitale spagnola e molto “europea”, è una delle mete più ambite per festeggiare il capodanno, anche se più precisamente è quella preferita dai giovani, perché decisamente economica rispetto a città come Parigi, Roma e Berlino.
Anche nella Spagna stessa altre città fanno “concorrenza” alla capitale Madrid, come Valencia o Barcellona, ma il fascino di questa “villa” ispanica è davvero particolare.

Madrid, nonostante sia abitata da più di 3 milioni di persone, curiosamente non ha un monumento che possa rappresentarla o che sia simbolo della sua identità. Insomma per conoscerla bisogna viverla e ci si accorgerà di quanto può essere coinvolgente, vivace e sempre in attività.
E’ qui infatti che è stato coniato il famoso termine “movida” adottato poi in tutto il resto del mondo, cioè l’ormai tradizionale girovagare per le vie del centro vivendo la notte tra locali alla moda, musica e cibo di ottima qualità, in compagnia dei propri amici e incontrandone altri.

Cosa vedere a Madrid

Per tornare alle attrazioni che si possono ammirare nella capitale spagnola, è forse superfluo dire sono diverse quelle da segnalare e che consigliamo di visitare in attesa dello scoccare della mezzanotte.
A Madrid non potete mancare di visitare per esempio il Museo del Prado, o quello del Centro de arte della regina Sofia (ricordate che in Spagna c’è la monarchia) e quello del Thyssen-Bornemisza. Sono questi i tre musei più importanti, dove potrete anche ammirare opere di grande valore tra cui un quadro di Picasso, La Guernica, un dipinto di considerevoli dimensioni che si trova al Centro de arte.

Capodanno a Madrid: la Gran Via si prepara alla festa
Capodanno a Madrid: la Gran Via si prepara alla festa

Una curiosità… Madrid è anche la città giusta per chi ama l’archeologia a dispetto della mancanza di punti di riferimento precisi di carattere storico, questa città si ritrova qualcosa di estremamente prezioso da conservare quanto inaspettato: un tempio egizio. Come è possibile che si trovi qui? E’ stato letteralmente smontato e rimontato per non andare perduto a seguito della costruzione della diga di Assuan. Il Tempio di Debod è stato così donato dall’Egitto alla Spagna.

Mentre passeggerete per Madrid non potrete fare a meno di notare la bellezza e l’eleganza dei palazzi del centro, che si alternano a grandi piazze ma anche a zone verdi, tra cui la più famosa è di certo il Parco del Retiro. Qui sia gli abitanti della città che i turisti amano trascorrere momenti di relax ammirando e fotografando il lago (dove poter anche fare un giro in barca a remi), il verde, la voliera, le fontane, i viali alberati. Un luogo di grande bellezza e gusto stilistico, oltre che estremamente romantico, sia per una passeggiata a piedi che in bicicletta.
Il cuore pulsante di Madrid però è sicuramente la via principale: la famosa Gran Via, dove si concentrano sono i grandi palazzi ma anche negozi, piazze, locali, teatri.

Capodanno a Madrid

Proprio per questi motivi festeggiare il Capodanno a Madrid ha un sapore tutto particolare: vi troverete nella capitale spagnola, tra gente allegra che ha voglia di divertirsi e che, dopo aver gironzolato tra decine di locali di tendenza, si ritrova in piazza in mezzo a un fiume di gente.

Cosa assaggiare

E il famoso cenone di capodanno? Per quello è il caso di organizzarsi per tempo, se volete trascorrerlo in un ristorante aspettando la mezzanotte, quindi la prenotazione è d’obbligo. La cucina spagnola saprà come deliziare il vostro palato, anche perché i sapori non sono molto differenti dalla nostra, è pur sempre un paese mediterraneo.
Per un antipasto davvero saporito non deve mancare l’assaggio di pregiati salumi, prosciutto crudo e chorizo, tagliati rigorosamente a mano, e dei formaggi.
Anche se non siamo a Valencia, non mancate di assaggiare la tipica paella (sia di carne che di pesce), e la tortilla che non è altro che una gustosa frittata di patate. Assaggiate anche uno dei vini più rinomati della zona, il Castilla, un rosso fruttato molto invitante.

L’alternativa culinaria che invece potreste scegliere sullo stile del Capodanno madrileno è quella di andare in giro “per tapas”. Significa fare una sorta di “tour gastronomico” tra i vari locali, assaggiando una sorta di antipasti, i tapas appunto, fatti di porzioni ridotte per poi passare al successivo assaggio. Per ogni locale potreste scegliere porzioni e specialità diverse finché non vi riterrete soddisfatti. Cosa potreste trovare? Le pietanze sono davvero varie e, oltre ai suddetti salumi e formaggi, potreste anche assaggiare polpette di carne, olive, frittura di pesce, piatti pronti caldi o freddi. La scelta insomma non manca.

Dove festeggiare

Il capodanno di Madrid è anche gradevole da passare all’aperto, perché il clima è estremamente mite e garantisce temperature che permettono ai più ardimentosi di… fare il bagno in diverse fontane (come vi accadrà di vedere passeggiando per le sue piazze).

Non è come in Italia tuttavia dove ci sono degli eventi in musica o concerti che fanno da polo di attrazione. Qui la gente si riunisce spontaneamente nelle piazze per festeggiare in modo pazzo e sfrenato, rispettando “nuove” e vecchie tradizioni. Quando parliamo di “nuove tradizioni” ci riferiamo per esempio a un’usanza portata avanti da qualche anno di indossare delle grandi e colorate parrucche in attesa della mezzanotte, che potrete vedere “sfilare” per le strade e alla quale potrete anche adattarvi, se vi piace questo stile eccentrico e comunque divertente. Per quanto riguarda invece le tradizioni secolari noterete che tutti in piazza hanno in mano degli acini d’uva, per l’ esattezza 12, uno per ogni mese dell’anno.

E’ questa una delle tradizioni più antiche non solo di Madrid ma di tutta la Spagna, perché si crede che mangiarli a ridosso della mezzanotte possa portare fortuna, magari associandoli a un bicchiere di spumante italiano (anche se siete in Spagna, visto che stiamo parlando di tradizioni).
Avvertirete comunque un’atmosfera a metà tra lo scanzonato e il rilassato, una combinazione ideale per trascorrere un Capodanno da ricordare con il sorriso, anche per le tante sorprese piacevoli e inaspettate che riserva al visitatore questa città.

Il “falso capodanno”

Dovete sapere che proprio una festa come il Capodanno è talmente amata qui che i madrileni lo festeggiano per ben due volte o, se volete, iniziano i festeggiamenti a partire dalla notte del 30 dicembre. E’ il cosiddetto “falso Capodanno” dove la gente comunque si riversa nelle piazze a brindare e divertirsi, anche se non c’è l’ombra naturalmente di fuochi d’artificio o di altri festeggiamenti: è solo l’aria frizzante della trepidante attesa del nuovo anno.

C’è chi passa questa “vigilia” di Capodanno nei locali a ballare o a mangiare, oppure passando da un bar all’altro continuando a brindare. Anche questa movida pre-capodanno riempie le più famose piazze madrilene come Plaza de Cibeles o Plaza Mayor fino a Plaza de Santa Ana. L’alba però si attende e si ammira dal Parco del Retiro, dove gruppi di amici si ritrovano a raccontarsi la notte, le esperienze folli, il divertimento, magari insieme a… un nuovo amore.

Il cuore del capodanno madrileno è pero nella piazza più grande in assoluto della città, che è la Puerta del Sol. Qui si attendono i rintocchi, che sono 12 (esattamente quanto gli acini da mangiare), che arrivano dall’orologio del bel palazzo Real Casa de Correos e che segnano il conto alla rovescia per l’arrivo del nuovo anno. Alcuni mangiano quei 12 chicchi d’uva in corrispondenza si ogni rintocco: provateci anche voi se volete richiamare la “buena suerte” ed esprimete un solo, sentito, grande desiderio perché pare che si avveri.

Informazioni utili

Alcuni consigli pratici possono esservi utili nella fase di preparazione del viaggio che state per fare a Madrid per il vostro capodanno.

La città è ben collegata dai voli di qualsiasi aeroporto, anche quelli a basso costo, che è comunque il caso di prenotare per tempo magari on-line per tariffe che possono essere anche ottime.
I collegamenti con i mezzi pubblici sono estremante efficienti, basti pensare alle diverse linee della metropolitana e anche al trasferimento dall’aeroporto al centro città che è breve (massimo mezz’ora). I costi sono decisamente contenuti e non solo per i trasporti ma in generale è la vita che è meno cara rispetto all’Italia.

Troverete tuttavia anche modi per spendere cifre considerevoli, per esempio prenotando un hotel sulla via principale, dalla quale sarete vicini ai luoghi più interessanti. Per chi invece vuole risparmiare ci sono sempre alternative abbordabili, per esempio per i giovani che possono scegliere pensioni prevalentemente a gestione familiare (anche in questo caso prenotate con largo anticipo). Fate solo attenzione al costo spesso esorbitante della prima colazione e, in alternativa, individuate un bar vicino dove poterla fare a costi più contenuti.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)