Home » Capodanno 2018-2019 » Capodanno in Europa 2019 » Capodanno in Scozia: tradizioni e usanze dell’Hogmanay

Capodanno in Scozia: tradizioni e usanze dell’Hogmanay

Capodanno in Scozia: tradizione dell'Hogmanay
Il Castello di Eilean Donan, uno dei luoghi più suggestivi della Scozia.


Viaggiare in Scozia vuole dire immergersi nelle forti tradizioni che la caratterizzano e che sono radicate in qualsiasi angolo del Paese: il kilt prima di tutto, ma anche le cornamuse, la birra che di solito scorre a fiumi e tanta, tanta allegria.

Pensate che in occasione della fine dell’anno, le tradizioni diventano più forti e sentite che mai. Infatti, tra le distese delle Highlands e le praterie sterminate, tra le falesie a picco sul mare e il forte vento proveniente dal Mare del Nord, tra le belle città come Edimburgo e Glasgow e i numerosi castelli dal passato glorioso, si festeggia una delle feste di Capodanno più divertenti ed originali, l’Hogmanay. Lo conoscete? Volete sapere di cosa si tratta? Allora per il prossimo capodanno staccate un biglietto per la Scozia.

Scozia: la guida

Che tempo farà a capodanno?

Siamo pur sempre in Gran Bretagna e quindi non possiamo che affermare che il tempo sarà prevalentemente variabile. Di solito, anche se viene pensare che la Scozia sia molto a Nord, difficilmente incontrerete giornate gelide: il gelo è un evento piuttosto raro che si manifesta nelle giornate in cui arriva il vento freddo del Nord. In questo caso le temperature possono scendere anche sotto i 10°C, ma in linea di massima, anche a dicembre, la colonnina di mercurio si assesta sui 5°C. Basterà attrezzarsi con indumenti caldi e un ombrello in caso di pioggia.

Capodanno in Scozia: tradizione dell'Hogmanay
Il Castello di Eilean Donan, uno dei luoghi più suggestivi della Scozia.

Dove si trova e come raggiungerla

La Scozia si trova nel Regno Unito, nella zona settentrionale dell’isola, dove si incontrano l’Oceano Atlantico e il Mare del Nord. Per raggiungere la Scozia è possibile fare affidamento sulle compagnie low cost come Ryanair, easyJet e Jet2 che collegano gli aeroporti della nostra penisola con Edimburgo e Glasgow con un volo diretto della durata di due ore e mezzo.

Potrete prendere in considerazione anche i voli di linea come Alitalia e British Airways, ma i prezzi saranno certamente più alti.

Dove dormire in Scozia

Vi volete divertire? Allora dormite in Scozia! Ci spieghiamo meglio: il Paese offre tantissime opportunità diverse per pernottare, alcune decisamente originali e fuori dai soliti schemi classici. Ovviamente, prima di fare qualsiasi scelta avventata, controllate il vostro budget di spesa, perché vi possiamo assicurare che molte soluzioni sono anche molto care, come ad esempio i castelli e le dimore d’epoca.

I giovani che vogliono risparmiare potranno optare per gli ostelli, che in Scozia non sono dei semplici ostelli, ma delle opere d’arte collocate all’interno di luoghi altrettanto estrosi ed originali come, ad esempio, una stazione dei treni, una vecchia chiesa o perfino all’interno di un vagone! Sempre in ottica del risparmio potrete puntare sul campeggio e sul glamping, piccole tende sistemate nei luoghi più selvaggi e suggestivi della Scozia, ma dotati di tutti i confort, dal bagno al letto comodo.

Alziamo ancora di più l’asticella dell’originalità? In Scozia potrete dormire dentro le botti di vino, sulla cima di un faro o ancora in un antico castello medievale. Non dimentichiamoci, comunque, che all’appello non mancano neanche i classici hotel e i bed&breakfast, molto diffusi da queste parti.

Cosa Vedere e Cosa Fare in Scozia

Natura, natura e ancora natura. In Scozia vi troverete immersi nel verde delle brughiere, nel grigio della roccia delle falesie e nel blu dell’Oceano. Il nostro consiglio è quello di visitare il Trossachs National Park, un antico parco nazionale dove viene distillato un ottimo whiskey in un bellissimo paesaggio lacustre circostante. Sempre dal punto di vista naturalistico, non dovreste perdervi il Dunnottar Castle da dove potrete ammirare l’orizzonte del mare, le isole di Skye e di Arran, che rappresentano in pieno il classico paesaggio scozzese.

Il Paese è caratterizzato anche da una forte presenza di castelli, tra storie di paura e dolci fiabe: da non perdere il castello di Edimburgo, il Crathes Castle e il Blair Castle.

Capodanno in Scozia

La parola Hogmanay ci riporta al tempo dei vichinghi che organizzavano i festeggiamenti in occasione del solstizio d’inverno. Il periodo è leggermente diverso, ma la festa è sentita ancora come una volta, tra birra, risate e tanta compagnia. Nei giorni che precedono il capodanno, infatti, passeggiando per le vie di una qualsiasi delle città scozzesi, vi renderete conto di quanto gli scozzesi amano fare festa insieme. In poco tempo verrete coinvolti anche voi in questa particolare atmosfera.

Oltre alle feste e alle bevute in compagnia, la tradizione vuole che tutte le case siano pulite perfettamente in modo che l’anno nuovo possa entrare in modo immacolato. In più, gli scozzesi stanno particolarmente attenti a far uscire di casa, per primo, una persona che sia castana o mora, in modo che sia totalmente diversa dai biondi vichinghi. Ah! E che nessuno si dimentichi di saldare i propri debiti prima dello scoccare della mezzanotte!

Edimburgo: eventi e appuntamenti

Volete imparare una delle canzoni più cantate al mondo? Allora festeggiate il capodanno ad Edimburgo dove avrete l’opportunità di cantare insieme a tutti gli altri, l’Auld Lang Syne, il canto nazionale scozzese, simbolo della fine dell’anno.

L’appuntamento con feste ed eventi, inizia il 30 dicembre: gli abitanti della città si riversano nelle strade con le torce accese per raggiungere Calton Hill, luogo designato per ammirare lo spettacolo di fuochi d’artificio. La processione delle torce, così viene chiamata, viene accompagnata dal suono delle cornamuse e dei tamburi. Il 31 dicembre, la festa continua all’interno delle mura del castello dove viene allestito un grande palco, dove per tutta la notte risuoneranno le note dei dj del momento, tra balli e canti, giocolieri ed artisti di strada. A mezzanotte, imperdibile, lo spettacolo pirotecnico che illumina il cielo di Edimburgo.

L’ingresso al castello è a pagamento e i biglietti sono disponibili sul sito ufficiale del turismo scozzese, già a partire da alcuni mesi prima. Il mattino del 1 gennaio, se vi sentite sempre in forma e anche un po’ temerari, potrete provare l’ebrezza del tuffo nelle acque gelide del fiume Forth.

Inverness e Aberdeen: come si festeggia?

La festa dell’Hogmanay non si tiene soltanto a Edimburgo, ma anche nelle cittadine più piccole come Inverness e Aberdeen. In entrambe le cittadine tutti gli eventi sono gratuiti, a partire dagli appuntamenti per i più piccoli con artisti di strada e giocolieri, proseguendo con concerti e musica, fino al culmine dei festeggiamenti, i fuochi artificiali. Pensate che, una volta terminato lo spettacolo pirotecnico, tutti gli ospiti verranno congedati: per le strade deve tornare la tranquillità, quindi se vorrete continuare a festeggiare dovrete spostarvi nei locali e nei pub.

Stirling: capodanno per bambini

Unico nel suo genere è il capodanno che si tiene a Stirling con eventi e appuntamenti pensati per le famiglie. Si comincia alle sei del pomeriggio del 31 dicembre, quando per le vie della cittadina potrete incontrare personaggi delle favole e dei cartoni che sfilano in una bellissima parata colorata: il tutto termina in un mix di balli, canti e musica, a King’s Park. Si continua dalle 19:00 con uno spettacolo interrotto fino a mezzanotte, quando tutto culmina nel bellissimo spettacolo pirotecnico.

Se ad Edimburgo il primo gennaio ci si tuffa nel fiume Forth, a Stirling viene organizzata una maratona di 5 Km che si snoda per le vie del centro cittadino.

Glasglow: la tradizione

Il vecchio detto dice che “chi ha tempo non aspetti tempo” e così fanno a Glasgow, dove non si aspetta il 31 dicembre per dare il benvenuto al nuovo anno, ma si comincia a partire dal 15 novembre. Si avete capito, un mese e mezzo prima. Per le vie del centro vengono allestite bancarelle e addobbi, tra luci e colori. Non manca neanche una bellissima ruota panoramica sistemata nel parco cittadino.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)