martedì 12 dicembre 2017
Home » Capodanno 2017-2018 » Capodanno in Europa 2018 » Capodanno in Austria: terme, neve e città

Capodanno in Austria: terme, neve e città

Capodanno in Austria a Vienna
Il capodanno in Austria ha il cuore dei festeggiamenti a Vienna, e non solo per il concerto del 1 gennaio!


L’Austria offre numerosi spunti per viaggi di capodanno: che sia una fuga romantica con la dolce metà tra i vicoli di Salisburgo, o che sia una rimpatriata tra amici sulle vette delle Alpi, o ancora che sia una viaggio organizzato in famiglia alla scoperta del fiabesco castello di Schoenbrunn a Vienna, l’Austria è una meta turistica che durante le festività assume un fascino che conquista tutti.

Vediamo qualche consiglio per organizzare un indimenticabile viaggio di capodanno in Austria, le cose da vedere e come trascorrere la sera de 31 dicembre.

Consigli pratici per organizzare il Viaggio

Tempo: fa freddo?

In Austria le nevicate non si risparmiano: il capodanno trascorso nella capitale o sciando sulle Alpi è sicuramente agli antipodi rispetto a quello trascorso in costume da bagno sulle coste caraibiche di qualche isola lontana. Qualunque sia la vostra meta in Austria, è dunque consigliatissimo attrezzarsi con giacche pesanti, cappelli e guanti, perché a dicembre la temperatura può scendere anche fino ai -10°C in città ed arrivare anche fino a -20°C sulle vette più alte!
Probabilmente sarà facile trovare delle nevicate sia a basse quote che sulle zone montagnose: questo renderà tutto più romantico e suggestivo!

Come arrivare: volo o auto?

Se non siete troppo distanti potrete prendere in considerazione di arrivare in Austria con un mezzo proprio, soprattutto se avrete intenzione di spostarvi tra un luogo e l’altro durante il vostro soggiorno nel Paese. Da Milano a Vienna sono circa 8 ore di viaggio; da Verona ad Innsbruck meno di 3.
La valida alternativa sono i voli low cost proposti dalla compagnia Easy Jet che collega Vienna con Roma Fiumicino: sono interessanti anche le tariffe proposte da Air Dolomiti in partenza da Verona e i voli di linea proposti da Alitalia. Non esistono collegamenti per l’Austria effettuati da Ryanair in partenza dagli aeroporti italiani. Lo stesso vale per l’aeroporto di Salisburgo e per quello di Linz.

Come muoversi

Capodanno in Austria a Vienna
Il capodanno in Austria ha il cuore dei festeggiamenti a Vienna, e non solo per il concerto del 1 gennaio!

L’Austria è un Paese poco esteso e facilmente visitabile con un mezzo proprio: l’importante è sapere che per viaggiare in inverno sono obbligatorie le catene a bordo (meglio i pneumatici invernali) e se deciderete di percorrere le autostrade dovrete pagare l’imposta fissa del bollino: la “Vignette”, com’è chiamata da queste parti va esposta sulla parte in alto del parabrezza in modo che sia ben visibile dagli agenti che controllano le viabilità autostradale. Esso è obbligatorio anche nella maggior parte delle superstrade austriache. Esistono diversi tipi di vignette a seconda del tempo che deciderete di trascorrere in Austria: la maggior parte dei turisti che non si sofferma più di dieci giorni decide di acquistare la vignette da 8,80 € valida per 8 giorni consecutivi. Vi consigliamo di fare particolare attenzione quando deciderete di parcheggiare all’interno di paesi e grandi città, visto che dovrete acquistare un apposito tagliando di parcheggio.

Un’alternativa all’auto sono i treni che collegano tutte le città, così come gli autobus, però sarete soggetti agli orari imposti dai trasporti pubblici: in linea di massima è possibile affermare che tutti i trasporti sono puntuali, puliti ed efficienti, oltre a non essere troppo costosi.

Dove dormire

L’offerta ricettiva è altissima e adatta a qualsiasi tipo di turista, dagli hotel per famiglie, alle baite adatte ad una fuga romantica. Per quanto riguarda le famiglie, esistono molte strutture ricettive dove i genitori possono rilassarsi e i bambini giocare senza mai annoiarsi: stiamo parlando dei Family Hotels attrezzati per accogliere qualsiasi tipo di famiglia, dai bambini più piccoli fino agli adolescenti, mentre i Kinderhotels sono specializzati per la fascia d’età compresa tra i 2 anni e i 12 anni. Per chi ama la natura potrà divertirti nelle fattorie, anche se sentiamo di consigliarle soprattutto per il periodo estivo e non per il capodanno, visto che solo in estate potrete godere del magnifico paesaggio tra prati e fiori colorati. Concentrati soprattutto nel Tirolo Orientale si trovano i Famos, hotel sempre dedicati alle famiglie ed consigliati per una vacanza all’insegna della natura e dell’avventura con corsi di arrampicata a partire dai 5 anni.

Per quanto riguarda una fuga romantica a due, non avrete che l’imbarazzo della scelta di hotel lussuosi. Per qualcosa di veramente speciale, vi consigliamo di cercare una baita provata in montagna.  Non sono facili da trovare ne’ economiche, ma si tratta di un’esperienza indimenticabile: pur isolate, in genere sono facilmente raggiungibili con un mezzo messo a disposizione dalla struttura, oppure direttamente con l’impianto di risalita: la mattina successiva sarete direttamente sulle piste.

Per chi invece desidera contenere il budget di spesa, è possibile pernottare nei classici bed&breakfast, molto diffusi in tutta l?Austria; a noi piacono molto quelli del Tirolo. Nelle grandi città la scelta può ricadere sui classici hotel di catena a 3 e 4 stelle, anche se per i viaggiatori più esigenti è possibile pernottare negli hotel di design, progettati dagli architetti più in voga del momento e sempre più alla moda a Vienna e a Salisburgo.

Austria: cosa fare, città da vedere

Ovviamente tutto dipende da che tipo di vacanza vorrete trascorrere in Austria, se alla scoperta di una grande città o tra le vette innevate delle Alpi.

Per quanto riguarda Vienna, patria della psicanalisi e sede dei più importanti castelli imperiali, è una città da non perdere. Le sue maggiori attrattive sono il castello di Schoenbrunn, residenza estiva degli Asburgo, con i suoi giardini innevati e romantici, il Duomo di Santo Stefano che vi lascerà senza fiato per la sua imponenza e l’Hofburg, la residenza invernale degli Asburgo. E ancora il Belvedere, la zona del Prater con la famosa ruota, il Museo della Scienza e della Tecnica per i più piccoli.

Salisburgo, così come le altre città del Paese sono un concentrato di tradizioni e di architettura barocca. Da non perdere a Salisburgo una visita al centro storico dove potrete osservare il luogo di nascita di Wolfgang Amadeus Mozart.

Per quanto riguarda gli sport invernali, le località davvero si sprecano, da Ischgl a Kitzbuhel, fino al ghiacciaio dello Stubai, vicinisismo all’Italia e dove si trova un comprensorio adatto per poter praticare qualsiasi attività invernale; più lontane le apprezzate le famose cittadine gemelle di Saalbach ed Hinterglemm, sede dei giochi olimpici invernali, dove anche le strutture ricettive sono fuori dal comune ed attrezzate per ogni esigenza degli sportivi. E ancora il Vorarlberg adatto ai giovani che vogliono praticare fuori pista in tutta tranquillità, così come sul ghiacciaio di Dachstein.

Se cercate una “via di mezzo”, c’è anche questa possibilità: festeggiare il capodanno ad Innsbruck consente infatti di conciliare la visita di una città grande, moderna e sorprendente, con la possibilità di praticare sport invernali a brevissima distanza. Qui, oltre allo sci e allo snowboard è possibile praticare lunghe camminate con le ciaspole, esplorare le zone più remote grazie alle slitte trainate dagli husky, provare la “volpe volante”, una discesa mozzafiato imbracati sopra una speciale cabina.

Cosa fare a Capodanno in Austria

Partiamo dalla capitale: la maggior parte degli abitanti del posto, così come i turisti, di solito trascorrono il capodanno in piazza, chiamato da queste parti con il nome di Silvesterpfad, vale a dire il percorso dei festeggiamenti lungo le vie del centro storico. E’ da qui che si può assistere allo spettacolo di fuochi d’artificio che illumina il cielo allo scoccare della mezzanotte. Ma non è il solo modo di trascorrere la notte più lunga dell’anno, infatti si può decidere di acquistare dei biglietti per il concerto dell’Opera o, grazie a qualche conoscenza per una cena di gala, molto frequenti negli ambienti più altolocati della città. Non mancano innumerevoli club e bar mondani, alla portata di tutti, dove trascorrere la notte anche fino all’alba.

Lo stesso vale per Salisburgo, dove le tradizioni sono ancora più radicate: durante la notte di capodanno si terrà il gran valzer di fine anno, considerato uno dei più spettacolari di tutta l’Austria. Il ballo sarà accompagnato dalla sinfonia dell’orchestra e da alcuni banchetti che venderanno specialità culinarie della tradizione austriaca. Ovviamente il ballo non è dedicato soltanto a chi già conosce i passi del valzer, infatti basta avere un po’ di buona volontà e lasciarsi andare in questa danza tradizionale che, siamo certi, vi travolgerà con la sua passione. A mezzanotte tutte le campane si mettono a scampanellare e verranno sparati i fuochi d’artificio che renderanno tutto più magico. Si tengono delle rappresentazioni di cabaret e prosa nel Grande Teatro del Festival, nel Teatro Regionale, nel Castello di Mirabell, e nella Fortezza di Hohensalzburg.

Più vicina all’Italia si trova Innsbruck dove i festeggiamenti cominciano già il 30 dicembre, infatti nella piazza di Markplatz verranno installate numerose attrazioni dedicate ai più piccoli. La festa continua il giorno successivo: il fulcro del divertimento si trova proprio nel centro storico e sulla Seegrube, con un programma adatto a grandi e piccini. Per i giovani è consigliata la sala Dogana dove di solito, per celebrare l’arrivo del nuovo anno, si ritrovano a suonare i dj più famosi della zona.

Idee originali di capodanno in Austria

Volete un capodanno insolito? L’Austria vi propone anche questa opportunità. Potrete festeggiare l’arrivo del nuovo anno in totale intimità, lontani dai classici “botti”, dalla folla e dal rumore: ovviamente queste soluzioni sono dedicate a chi ha un budget leggermente più alto a disposizione. Una zona che ci piace molto è quella della Bassa Austria, nel Wachau, dove è ampia la scelta di cenoni di più portate in abbinamento a degustazione di vini locali. Nell’Alta Austria potrete invece trascorrere il capodanno accompagnati dalla guardie notturne attraverso le strade di Steyr: prima di cena potrete degustare la zuppa del posto, mentre il cenone di svolgerà a base di pesce persico prima dello spettacolo che si terrà nel parco del castello.

In Stiria potrete trascorrere il capodanno “in accappatoio” alle terme di Bad Waltersdorf: la festa parte da mezzogiorno quando gli ospiti sono invitati a rilassarsi tra saune e tisane e la sera potranno partecipare al cenone oppure decidere di trascorrere tutta la serata in piscina o in accappatoio, visto che per l’occasione le terme rimarranno aperte fino alle 1:30 di notte.
Ma tra tutte le stazioni termali austriache, la nostra preferita è senza dubbio il modernissimo Aqua Dome in Tirolo.

Ancora più esclusivo è il capodanno trascorso a bordo del treno imperiale chiamato Majestic Imperator Train de Luxe che partirà da Vienna alle 19:30 diretto verso le zone limitrofe per poi fare ritorno nella capitale a tarda notte. Verrà servita una cena di gala con cinque portate e allo scoccare della mezzanotte il treno si fermerà sulle sponde del Danubio per poter ammirare la città illuminata durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)