Home » Idee per i Ponti » Ferragosto 2017 » Ferragosto: idee per un viaggio breve “originale”

Ferragosto: idee per un viaggio breve “originale”

Ferragosto originale, tante idee
Ferragosto "originale"? vediamo qualche idea!



Sarà il caldo, saranno i migliaia di turisti in ferie, ma spesso capita che quando arriviamo a pensare a dove trascorrere il Ferragosto, non ci vengono idee originali e fuori dal comune: alla fine dopo tanto lambiccarsi il cervello finiamo per passarlo sempre nei soliti posti, spesso super affollati di persone, dove diventa banale anche l’unica festa estiva del nostro calendario.
Siamo d’accordo che è praticamente impossibile evitare sia il caldo che i turisti, ma trovare una meta diversa dal solito è ancora possibile, ecco qualche suggerimento!

La prima opportunità per trascorrere il Ferragosto è quella di risalire alle origini di questa festa, tra usi, costumi e tradizioni popolari e religiosi. Lungo tutta la penisola italiana vengono organizzate processioni e feste per l’occasione, alcune davvero coinvolgenti e di alto richiamo nazionale come il famoso Palio di Siena. Durante la Festa dell’Assunta, sia nel medioevo che in epoca romana, venivano organizzate parate e gare equestri che avevano largo seguito tra i cittadini della penisola. Questa solida tradizione è arrivata fino ai nostri giorni e il Palio di Siena è l’esempio più lampante. Trascorrere qualche giorno a Siena in occasione del Palio, non è una vacanza da improvvisare in pochi giorni, visto che l’organizzazione e la preparazione all’interno dei vari rioni richiede mesi di lavoro e spesso è impossibile trovare un posto libero per soggiornare o per assistere alla gara.

Se vi piace il genere e siete nel Sud Italia, è possibile optare per la città di Foggia, dove si tiene la gara equestre chiamata U jòc da Jalètt,un torneo dove i cavalieri devono infilare un’asta dentro una tinozza piena d’acqua, senza farla rovesciare. Se i cavalli non vi interessano particolarmente, ma siete attratti soprattutto dai festeggiamenti tradizionali, allora è tutto più facile: in Sardegna, a Sassari, si tiene la festa della Faradda dei Candelieri, mentre in Sicilia è famosa la processione della Vara di Messina, dove una statua della Vergine alta 20 metri viene portata in processione per un lungo tratto di strada. Da ricordare anche in Piemonte, a Castelnuovo Don Bosco, la processione per l’Assunta, chiamata da queste parti la “madonna della cintura”, che li ha liberati dalla peste seicentesca.

Ferragosto originale, tante idee
Ferragosto “originale”? Vediamo qualche idea!

Se feste e tradizioni non vi interessano, perché non fuggire verso una città estera poco conosciuta? Le città più vicine agli aeroporti dove atterrano le compagnie low cost sono certamente le più affollate, ma senza troppe difficoltà è possibile raggiungere anche qualche città leggermente più distante. Stiamo parlando di Bruges, cittadina belga, capoluogo delle Fiandre, considerata uno dei centri turistici più conosciuti di tutta la nazione, ma spesso sottovalutata dai viaggiatori italiani. La città presenta un meraviglioso centro storico affacciato sui canali che ricordano Venezia: è interessante visitare la piazza del mercato dove si affaccia la torre del Belfort, il municipio e l’antica Chiesa di Nostra Signora, oltre che fare un giro per i canali con un’imbarcazione. Altrettanto interessanti e fuori dalle mete comuni sono le città di Sofia, in Bulgaria dove vi attende un tour tra palazzi, chiese e cattedrali, prima di rilassarsi in una delle numerose terme, meta indiscussa dai suoi abitanti, così come le numerose e poco conosciute città dell’est Europa, ancora tutte da scoprire.

Sono proprio le terme, la terza opzione valida per trascorrere un ferragosto diverso dal solito. Lungo tutta la penisola esistono molte terme a cui si può accedere gratuitamente, concentrate soprattutto nella bassa Toscana e nel Lazio: qui è possibile rilassarsi in alcune piscine naturali scavate dall’azione dell’acqua termale: stiamo parlando delle Cascate del Mulino e delle Cascate del Gorello, entrambe situate a Saturnia, nascoste tra gli alberi e la vegetazione, oppure delle terme di Bagni San Filippo, a Castiglione Val d’Orcia. Mentre le terme di Saturnia sono caratterizzate da piccole piscine scavate nel pendio della collina e colme di acqua termale, le terme di San Filippo si presentano come una grande piscina situata ai piedi di una grandissima cascata di calcare bianco che rende la visita ancora più suggestiva. Durante il periodo di ferragosto possono essere sovraffollate, ma con un po’ di pazienza troverete di certo il vostro angolino. Sempre restando nel centro Italia, ma spostandosi nel Lazio si trovano le terme del Bullicame e quelle di San Sisto: non vi meravigliate perché queste piscine sono poste quasi sul ciglio della strada! Nel sud Italia meritano un commento le terme di Ischia, precisamente a Sorgeto, dove l’acqua del mare incontra quella termale, surriscaldandola in modo eccessivo, soprattutto durante l’estate: prima di immergervi informatevi se la temperatura non è troppo alta. Ancora in Calabria ci sono le terme libere di Cerchiara e quelle di Caronte, mentre in Sicilia, ci sono le terme di Vulcano: mentre tutti sono al mare per trascorrere il Ferragosto, l’opzione delle terme è certamente originale e diversa dal solito.

Come ultima scelta che per qualcuno può risultare anche la prima prendiamo in considerazione il fatto di trascorrere il Ferragosto in città. Spesso nelle città più importanti come Roma e Milano restano aperti i musei, con orari che si prolungano fin quasi alla mezzanotte: stiamo parlando delle Scuderie del Quirinale, dei Musei Civici e del Palazzo delle Esposizioni a Roma e del Palazzo Reale a Milano. Nelle città più piccole può risultare più difficile passare il tempo, perché spesso mancano iniziative di rilievo che coinvolgano i cittadini.

Il consiglio vale sia come suggerimento di viaggio, sia come consiglio per chi proprio non vuole viaggiare il 15 agosto: fare i turisti nella propria città può infatti risultare un’alternativa molto divertente e istruttiva: lo sapevate che avevate un museo proprio dietro casa?


2016-07-29

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)