Home » Pasqua 2018 » Pasqua alle Terme » Pasqua alle terme in Campania

Pasqua alle terme in Campania

Pasqua alle terme in Campania
Pasqua alle terme in Campania: una veduta delle terme Tropical di Ischia, a picco sul mare!



Se per Pasqua volete rigenerarvi e spazzare via lo stress ed il grigiore invernale, e state pensando di trascorrere qualche giorno alle terme, vi suggeriamo di dare un ‘occhiata alla Campania.
In Campania i centri termali abbondano e sono un’ottimo pretesto per visitare le bellezze del luogo. Proprio con l’arrivo della Pasqua, molte località termali campane aprono la stagione con interessanti offerte e pacchetti vacanze.

Famosissime, fin dai tempi più antichi, sono le Terme di Ischia, la splendida isola sita all’estremità settentrionale del golfo di Napoli. Note già agli Euboici nel VIII sec. A. C., furono utilizzate dai Greci per ritemprare corpo e spirito e per curare le ferite di guerra. Più tardi, i Romani, realizzarono le Thermae pubbliche e ne fecero un luogo deputato al relax.
Ischia ha un patrimonio idrotermale molto vasto e può contare su acque generalmente suddivise in: minerali, termali, iper-termali, calde e anche “molto” calde.
Le acque termali ischitane possono essere o cloruro sodiche o bicarbonato-solfato-alcaline, ed hanno benefici molteplici. Indicate nella cura di diverse patologie, rappresentano un meraviglioso alleato di bellezza, anche se, siamo sicuri, oziare nelle acque calde delle piscine sarà già di per se’ un toccasana!

Pasqua alle terme in Campania
Pasqua alle terme in Campania: una veduta delle terme Tropical di Ischia, a picco sul mare!

Tra i principali parchi e centri termali di Ischia, si ricordano:

  • le millenarie Terme di Cavascura ai Maronti, con suggestive vasche e grotte scavante nel tufo,
  • il grandioso parco termale Tropical di Sant’Angelo: un’incantevole oasi di benessere, caratterizzata da un panorama mozzafiato,
  • i Giardini Poseidon in quel di Forio, il più esteso centro termale dell’isola,
  • le Terme Fiola, nei pressi di Casamicciola, tra le più antiche e più prestigiose, sono famose per ospitare le acque del Gurgitiello, considerate dalla leggenda addirittura miracolose,
  • il Parco Negombo di Lacco Ameno, sito lungo la verdissima baia di San Montano.

Altra incantevole località termale della Campania è Sorrento, destinazione perfetta per chi desidera evadere dalla quotidianità, rigenerarsi e recuperare il proprio benessere psico-fisico. Per vivere una wellness experience, si può fare tappa al centro Ulysse. esclusivo centro benessere e spa ispirato alla filosofia Salus Per Aquam (ossia la salute attraverso l’acqua).
Le terme, sono una delle principali attrattive di Sorrento, ma non sono certamente le uniche. Tra un trattamento di bellezza e l’altro, vi consigliamo visitare il Museo Correale di Terranova, famoso per ospitare pregevoli reperti archeologici e le splendide porcellane di Capodimonte.

Sorrento è una delle principali mete turistiche campane e, con l’arrivo della primavera si riempie di luce e colore. A Pasqua, è ancora presto per i bagni in mare, ma si può scendere comunque in spiaggia e godere del primo sole. Le più belle spiagge di Sorrento sono: la Marina Piccola, la Marina Grande, la spiaggia del Bikini (Vico Equense), la Spiaggia di Marinella e Lido Marinella.

La Pasqua è una festività particolarmente sentita nella Penisola Sorrentina. La Settimana Santa, che si apre con la Domenica delle Palme (che celebra l’ingresso di Gesù a Gerusalemme) è fitta di eventi e riti suggestivi, organizzate dalle confraternite sorrentine, che hanno il loro culmine con la messa del Giovedì Santo in Coena Domini e la processione del Venerdì Santo.

Tra le altre cose imperdibili in Campania, soprattutto per Pasqua, c’è ovviamente la gastronomia locale, fatta di sapori intensi e materie prime freschissime. Anche se trascorrete qualche giorno alle terme per rimettervi in forma, non rinunciate ad assaggiare alcuni prodotti tipici locali come la mozzarella di Agerola, la pasta di Gragnano ed, ovviamente, il Limoncello. Durante il periodo pasquale, per tradizione, si preparano anche la famosa pastiera ed il sostanzioso casatiello.

Se includete anche Napoli nel vostro soggiorno termale in Campania, noi vi consigliamo di non perdervi la zuppa di cozze alla napoletana, tipico piatto del Giovedì Santo. Non mancate inoltre di scoprire i riti pasquali della città di Napoli, tra cui quello del Giovedì Santo, quando si visitano i sepolcri delle chiese (che per tradizione devono essere almeno 3 e sempre in numero dispari).


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)