Home » Parigi » Parigi: il quartiere Latino

Parigi: il quartiere Latino

Ingresso di Shakespeare & Company
Ingresso della tipica libreria Shakespeare & Company



Nel cuore della città di Parigi, sulla riva sinistra della Senna (rive Gauche), troviamo uno dei quartieri più tipici e frequentati della città, il cosiddetto Quartiere Latino, che in realtà vero quartiere non è, in quanto non ha una sua unità amministrativa. Ma a noi turisti questo poco importa, perchè con tale nome si identifica una zona ben precisa, posta proprio di fronte alla Ile de la Cite (l’isola con la cattedrale di Notre Dame) con la quale è ben collegato da diversi ponti.

Il quartiere Latino di Parigi
Tipiche stradine del quartiere Latino di Parigi

Vita, Negozi e ristoranti
Qui si trovano alcuni importanti monumenti, ma in verità il quartiere è noto non tanto per le bellezze culturali e architettoniche, quanto per la sua fervente vita. Qui infatti sorgono le università, tra cui la famosa e prestigiosa Sorbonne, e così studenti, professori e studiosi animano, insieme ai turisti, le vie di questa zona a tutte le ore. Sono loro i “Latini” del quartiere, inteso non come Sudamericani, bensì come studiosi cultori delle lingue Latine, anticamente usate per conversare nei bar.
Questa fervente vita alimenta molti piccoli negozi molto interessanti e una serie interminabile di ristoranti di ogni tipo perfetti per una cena informale e allegra. Le strade traboccanti di locali sono una vera attrattiva sia di giorno che di sera: si alternano ristoranti con cucina italiana, greca, mediorientale, di sushi e ovviamente con cucina francese, magari gestiti da immigrati che propongono piatti della tradizione a prezzi onestissimi. Non c’è bisogno di prenotare e neanche di consultare i menù…. fatevi una passeggiata e scegliete direttamente guardando i piatti proposti in vetrina e… attenzione a soffermarvi troppo, perchè immancabilmente verrete invitati ad entrare dal “buttadentro”, una consuetudine che in Italia (per fortuna) è quasi sconosciuta.

Palazzi e monumenti
Seguendo il percorso turistico più classico, non sono comunque poche le attrattive che qui troverete. Iniziamo dal Pantheon, ben visibile da molte angolazioni della città essendo posto in cima al colle di Sainte Geneviève. La sua architettura da tempio greco neoclassico (forse un pò “pacchiana” per i nostri gusti!) racchiude una chiesa che si è trasformata, nel corso degli anni, nel mausoleo dedicato alle spoglie dei personaggi più importanti della Francia: rivoluzionari, politici, pittori, scrittori e scienziati. Un giro nella grande cripta è un ripasso degli ultimi 3 secoli di storia francese. Se invece il ripasso volete farlo di fisica, al centro non potrete non notare l’originale pendolo di Foucault, che dimostra il moto della Terra, famoso anche per essere il fulcro di un romanzo di Umberto Eco.
Subito nei dintorni, troviamo come detto l’edificio dell’università della Sorbona (Sorbonne), la chiesa Saint Étienne du Mont (Santo Stefano al Monte) e, sempre tra gli edifici religiosi di rilevanza, la chiesa di St-Julien le Pauvre, una delle chiese più vecchie di tutta Parigi.
L’altro palazzo molto importante nel quartiere è il Palais du Luxembourg, sede del Senato, che attira turisti e parigini nei suoi lussureggianti giardini in stile Italiano, di cui vi parliamo poco sotto.

Musei
Non sono i musei l’attrattiva principale del quartiere Latino, tuttavia come da buona tradizione della città, anche in queste vie non mancano…. citiamo ad esempio il Musée du Luxembourg (Museo del Lussemburgo), sito nel palazzo del Senato e che ospita importanti collezioni temporanee di arte. Molto interessante a nostro avviso il museo de Cluny ovvero il museo du Moyen Âge (del Medioevo) dove sono esposti moltissimi reperti dell’eta Medievale, sia opere d’arte (molti gli arazzi) che manufatti di artigianato, esposti in un palazzo dall’architettura gotica tutto da scoprire. Il palazzo è stato anche sede di terme in epoca romana. Sempre aperto, giorno di chiusura il lunedì.

Parchi cittadini
Dicevamo dei Giardini del palazzo del Senato, i Jardin du Luxembourg, suggestivo parco tra i più belli della città, merita una sosta, magari all’ora di pranzo in compagnia di una buona baguette. Per noi Italiani questo giardino avrà un’aria familiare, essendo in stile italiano e realizzato dalla famiglia dei Medici che qui ha riproposto lo stile e molte soluzioni del Giardino di Boboli a Firenze. Largo dunque a statue, fontane e viali monumentali. C’è anche uno stagno dove i piccoli parigini amano giocare con modelli di barche a vela. Solitamente apre al mattino e chiude all’imbrunire (tardi, quindi, nella bella stagione).

Ingresso di Shakespeare & Company
Ingresso della tipica libreria Shakespeare & Company

Da non perdere
Non possiamo non segnalarvi un vero “must” del quartiere: la libreria Shakespeare & Co. Celebrata da guide e documentari su Parigi, si tratta di una vecchia bottega dove potete trovare, in un caos ordinatissimo, ogni tipo di libro in lingua Inglese, anche usato. La particolarità sta nel fatto che è anche un luogo di incontro e i suoi angusti spazi fungono da sala lettura e addirittura da alloggio per giovani scrittori animati da spirito “bohemien”. Qui si trovavano Hemingway e Joice, e ancora oggi potete trovare a gironzolare tra gli scaffali qualche giovane scrittore in pigiama, che forse un giorno sarà famoso… un libro acquistato qui avrà davvero un sapore particolare, anche grazie all’esclusivo timbro che sarà impresso all’interno, una volta alla cassa. Si trova sul lungo Senna, subito dopo le vie dei ristoranti.

Come arrivare
Se vi state muovendo a piedi, e siete in zona Notre-Dame, siete davvero vicini: attraversate uno dei ponti che portano sulla riva sinistra e siete arrivati. Con la metropolitana, consigliamo le fermate di St Michel della linea 4 oppure la fermata di Cluny – La Sorbonne della linea 10.
Vi consigliamo la visita del quartiere Latino per l’ora di cena…


2012-06-14

18 commenti

VUOI UN CONSIGLIO PER IL TUO VIAGGIO? SCRIVI UN COMMENTO: VAI IN FONDO ALLA PAGINA, O REPLICA AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. paola

    ciao sono paola,siamo a Parigi dal 27 al 30 Gennaio prossimo.Atteriamo all’Orly e allogeremo.Paola all’hotel cujas phanteon nel quartiere latino.cosa mi consigli come trasporto?La Rer puo’andare bene?Se si….mi puoi dare la fermata giusta?Per i trasporti ci sono pacchetti per quattro giorni che comprendono la metro e il bus?Grazie mille e buona serata.Paola

    • Marco (staff)

      E’ un hotel abbastanza comodo da Orly: prendete la Orlyval e poi da Antony la RER B e scendete a Luxembourg che dista circa 300 metri dall’hotel.
      Per biglietti e abbonamenti ti rimando al nostro completissimo articolo dedicato.

  2. Giorgia

    Salve Marco, decisamente utile è chiaro il sito. Bravo! Avrei una domandina… Io e mio marito vorremmo soggiornare a Parigi dal 30/12/16 al 01/01/17,posto che ancora sto pensando perché temo che Parigi (come qualsiasi altra capitale europea a capodanno) possa essere un pó a rischio…
    Avremmo intenzione,nel caso, di soggiornare presso il best western zona quartieri latini… Che ne pensi? Come aereoporto di Arrivo quale consiglieresti? Ti ringrazio già per la risposta. G

    • Marco (staff)

      La zona è vivace e con molta gente, di certo non è un quartiere periferico malfrequentato. Il quartiere è molto centrale e ben servito dai mezzi pubblici, quindi ogni aeroporto va bene, comunque Orly risulta il più vicino.

  3. martina

    Ciao!Volevo chiederti precisamente intorno a quale via si sviluppa il centro del quartiere latino?Così da farmi un’idea su quale zona soffermarmi per l’hotel.
    Grazie

    • Marco (staff)

      Sicuramente Rue de la Huchette è il centro più turistico, dove si concentrano i ristoranti e la movida della sera.

  4. Martina

    Ciao Marco! Innanzitutto complimenti per i fantastici consigli! Siamo due ragazze di 21 anni, in partenza per Parigi il 26/02 e vi resteremo per 4 giorni. Arriveremo a Beauvais e pensavamo di alloggiare all’ Hotel Claude Bernard Saint Germain (che dovrebbe essere in zona Sorbonne), secondo te può andar bene? E’ ben collegato con i principali musei e attrazioni? oppure è meglio un hotel in zona tour Eiffel (che sicuramente visiteremo)?
    In più volevo chiederti, per quanto riguarda le tessere per i trasporti ho visto che è disponibile quella per i giovani under 26, ma può essere utilizzata su qualunque mezzo? Tu ce la consiglieresti? Grazie :)

    • Marco (staff)

      Quell’hotel va benone, la posizione è buona anche per uscire la sera senza prendere mezzi, il quartiere Latino è traboccante di simpatici ristorantini turistici ed etnici.
      Sui ticket jeunes, ve ne sono validi per le zone 1-3 e per le zone 1-5, con i primi prendi qualsiasi mezzo del centro, con i secondi anche per le attrazioni in periferia, aeroporti esclusi. Per approfondire ti rimando al nostro articolo su biglietti e abbonamenti.

  5. Pierangelo

    Ciao, dovrei stare a Parigi per 5 giorni e ho qualche dubbio e difficoltà.
    Arrivo all’aeroporto di Beauvois, dopo essere arrivato a porte maillot come mi devo muovere per arrivare all’hotel des mines? Si trova al 125 bd, saint michel, quartiere latino. Non ho ancora prenotato per sicurezza. Vorrei prenderlo in questa zona per fare qualche uscita di sera e rimanere nei paraggi visti gli orari dei mezzi pubblici. Ti ringrazio

    • Marco (staff)

      La zona dell’hotel è bella, ma va detto che il cuore della “movida” del quartiere Latino dista circa 1,5 Km a piedi e non hai fermate della metro vicinissime, la migliore è Vavin a circa 6-700 metri. Da Porte Maillot, prendi la metro 1 fino a Chatelet, da qui la 4 direzione Montrouge fino a Vavin.

      • Pierangelo

        Grazie per la risposta, gentilissimo. Mi hai risolto i problemi, ora sono molto più sollevato. Alla fine 1,5 km di passeggiata non son tanti, visto che stavo per prenotare a La Defence, molto più distante.

        • Marco (staff)

          Quell’hotel va bene, comunque anche La Defense non va disdegnata come base, basta entrare nell’ottica di prendere sempre i mezzi per spostarsi, mezzi che a La Defense sono molto comodi, essendo sulla linea 1 della metro, quella principale.

  6. Stefania

    Ciao fikissimo questo sito, molto interessante ed utile.
    Consiglio: io ed il mio compagno andremo a Parigi 4 giorni ci hanno consigliato l hotel Source, abbiamo sondato il campo e le recensioni ci sembrano molto buone ma voi cosa ne pensate..? HOtel, zona, qualita prezzo? Attendo un vostro gentile riscontro.
    Ciao grazie, Stefania

    • Marco (staff)

      Grazie del “fikissimo”, ci mancava! Confesso che ho faticato a trovare l’hotel: dato che avete scritto nell’articolo sul quartiere Latino, lo cercavo qui, e invece è da tutt’altra parte, in pessima zona, tra le poche ritenute “pericolose” a Parigi, anche se in verità a Parigi non ci sono particolari pericoli, neanche nelle zone “malfamate”. La struttura è modesta e le camere piccole… francamente cercherei altro. Vi suggerisco di dare un’occhiata alla nostra sezione, appunto, sui consigli per gli hotel, dove trovate molte strutture verificate.

  7. katia ceriani

    salve sarò a Parigi sabato 30 gennaio…vorrei sapere dall’aereoporto charles del gaulle che linea metro devo prendere x quartiere latino…è
    la mia prima volta a parigi e non conosco la lingua.Grazie

    • Marco (staff)

      REr B fino a Chatelet, poi dipende dove è di preciso l’hotel… se vicino alla Senna potreste anche proseguire a piedi, altrimenti cambiare con la metro 4 o con la 7.

  8. lucaross

    ciao devo andare a parigi per la prima volta tra due mesi e vorrei andare a cena in qualche posto tipico…. ho letto che nel quartiere latino ci sono molti buoni ristoranti, quale mi consigliate??

    • admin

      Nel quartiere latino esiste una zona composta da alcune simpatiche viuzze dove si affiancano decine di ristoranti. Può ricordare le vie piene di taverne delle località turistiche della Grecia… e non a caso molti di questi ristoranti propongono specialità greche, in un ambiente proprio da taverna. Vi trovi anche ristoranti italiani e francesi, ma tutti orientati ai turisti, con menu fisso e qualità appena sufficiente a prezzi tutto sommato modici. E’ un posto tutto sommato azzeccato dove cenare, ma ricordati che il vero ristorante “tipico” di Parigi è la brasserie, molto più elegante e con prezzi di conseguenza…

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)