Home » Parchi e Musei » Parco Giardino Sigurtà: guida, orari e prezzi

Parco Giardino Sigurtà: guida, orari e prezzi

Giardino Sigurtà: alla scoperta del parco
L'esplosione dei colori che si riflettono nei laghetti abitati dalle carpe giapponesi



A pochi chilometri dal Lago di Garda si cela un’oasi nascosta che è un piacere per i sensi. Il Parco Giardino Sigurtà (questo è il suo nome ufficiale) apre le porte ai propri ospiti su un’anonima via di Valeggio sul Mincio: varcate le soglie del cancello verde, vi sembrerà di essere entrati in un’altra dimensione fatta di prati verdi immacolati, colori accesi quasi surreali, ed ampie aree relax dove vi divertirete ad osservare le api che impollinano i fiori, di cui qualche varietà vi risulterà del tutto sconosciuta.

Una visita al Parco Sigurtà rappresenta anche un’ottimo pretesto per distaccarsi per qualche ora dalla confusione e dal caos che spesso regnano sulle sponde del Lago di Garda, specie nelle vicine località di Peschiera e del parco a tema di Gardaland.
E’ insomma una meta ideale per una gita rilassante in famiglia, per prendere una boccata d’aria pulita e per inebriarsi in un luogo che sembra senza tempo. Vediamo come organizzare la visita.

Parco Sigurtà: informazioni utili

Ecco di seguito tutte le informazioni per andare alla scoperta del parco: partiamo dalla sua storia che risale ai primi anni del 1400, fino ai meravigliosi e recenti ampliamenti che hanno permesso di vivere il giardino per come si presenta oggi.

Un po’ di storia del Parco

Il giardino nasce nel 1407, quando un nobile acquistò la proprietà che era dedicata alla produzione agricola.

Giardino Sigurtà: alla scoperta del parco
L’esplosione dei colori che si riflettono nei laghetti abitati dalle carpe giapponesi

Nei secoli soltanto poche e facoltose famiglie avranno l’opportunità di divenire i proprietari di questo parco, trasformato in luogo di ozio soltanto più avanti. Nel corso dell’800 è stato ampliato e gli è stata donata quell’impronta inglese che l’ha caratterizzato fino ai primi del ‘900, quando purtroppo è stato quasi del tutto abbandonato.

Soltanto grazie all’amore e alle cure della famiglia Sigurtà, la superficie del giardino è stata più che duplicata ed il parco è tornato a risplendere come una volta. Non a caso, il Parco Sigurtà, ha vinto il premio come giardino più bello d’Italia e secondo in Europa.

Alla scoperta del “giardino”

L’ingresso si trova su una delle strade principiali di Valeggio sul Mincio. Una volta all’interno, non c’è un particolare itinerario da seguire e sinceramente non ve lo consigliamo neanche: camminate senza meta e non ve ne pentirete. Comunque non avrete problemi ad orientarvi, dato che verrete dotati di una semplice cartina dove potrete capire quali sono le strade da seguire, i punti di maggior interesse e luoghi dove si trovano i servizi utili (acqua potabile, toilette, aree picnic).

Che riusciate ad esplorarlo tutto o soltanto una piccola parte (in tutto il giardino si estende per 60 ettari), ci sono alcuni luoghi che non dovrete perdervi.

Una volta seguita la strada principale che prosegue diritta dal cancello d’ingresso verso l’interno del parco, vi troverete di fronte al grande manto erboso che vi lascerà senza fiato per la sua bellezza e per l’attenzione con cui viene curato. All’interno della zona erbosa si trovano alcune specie di alberi e due laghetti fioriti dove nuotano le carpe giapponesi dagli improbabili colori. A questo punto potrete scegliere se proseguire in avanti verso l’Eremo, oppure percorrere la strada delle Rose che vi porterà in un’altra parte del parco, quella vicina al fiume Mincio.

Partiamo dalla zona dell’Eremo: esso fu fatto costruire dal conte Maffei nel 1792 e dove tutt’oggi è possibile entrare per osservare la statua della Madonna. Sempre per volere di Maffei fu costruito il Castelletto, antico luogo di ritrovo di artisti e letterati: questo edificio si trova adiacente alla via delle Rose, una delle più suggestive e romantiche di tutto il parco. Tra le altre attrazioni, ricordiamo la zona delle piante officinali dove la famiglia Sigurtà si è dedicata negli anni alla coltivazione di ben 40 specie diverse, la visita alla statua dedicata a Sigurtà, alta più di 3 metri, la Meridiana orizzontale e i Giardini Acquatici, ricoperti di ninfee colorate.

Per le famiglie che si recano nel parco con i bambini, ricordiamo i due luoghi di maggior interesse per i piccoli ospiti: il labirinto, inaugurato nel 2011, e la fattoria didattica dove sarà possibile accarezzare e prendersi cura degli animali da cortile.

Se vi trovate nei pressi del giardino tra marzo ed aprile, vi consigliamo di non perdervi la fioritura dei tulipani: oltre 300 varietà coloreranno i magnifici manti erbosi.

Come visitare il Parco

Il giardino è molto grande ed esteso e non tutti gli ospiti avranno il piacere di visitarlo a piedi. Per questo motivo, la famiglia Sigurtà, ha messo a disposizione alcuni mezzi per poter andare alla scoperta del parco, in modo individuale oppure con un tour guidato.

In alternativa alla passeggiata, è possibile visitare il parco in bicicletta: dovrete però seguire dei percorsi obbligati che si snodano in un saliscendi di 7 Km. Potrete usufruire della vostra bicicletta pagando il normale biglietto d’ingresso, oppure potrete noleggiarne una pagando un sovrapprezzo di 3,00 €. Sono disponibili anche biciclette dotate di seggiolini per bambini. Ma non è finita qui: a 18,00 € l’ora potrete noleggiare una divertentissima golf cart elettrica dotata di GPS. Nel mentre guiderete per le vie del parco, una guida registrata vi dirà dove vi trovate e vi illustrerà tutta la storia e le meraviglie che incontrerete.

Per quanto riguarda le visite guidate, potrete usufruire del trenino che percorre un itinerario di 6 Km al costo di 3,50 € a persona, per una durata di 35 minuti, oppure potrete prendere in considerazione l’idea dello shuttle guidato da una professionista del parco che vi porterà alla scoperta dei maggiori punti di interesse, illustrandovi anche la storia del giardino. La visita con lo shuttle dura un’ora e costa 5,90 € per gli adulti e 3,90 € per i bambini.

Orari e prezzi

Il giardino Sigurtà è aperto tutti i giorni nella bella stagione, circa dai primi di marzo ai primi di novembre. Durante la primavera e l’estate, il parco resta aperto dalle 9:00 alle 19:00 con l’ultimo ingresso permesso alle 18:00, mentre nei mesi di marzo, ottobre e novembre, riduce di un’ora l’orario di apertura, chiudendo alle 18:00.

Il biglietto d’ingresso costa 12,50 € per gli adulti, mentre i bambini pagano un ridotto di 6,50 €. I piccoli sotto i 4 anni entrano gratuitamente. Non si segnalano particolari code all’ingresso.

Per maggiori informazioni su biglietti e aperture/chiusura, e per una dettagliata mappa del parco, vi rimandiamo al sito ufficiale del Parco Giardino Sigurta.

Come arrivare al Parco Sigurtà

Valeggio sul Mincio si trova a 30 Km da Verona e qualche chilometro in meno da Sirmione. In auto conviene prendere l’uscita autostradale di Peschiera del Garda per chi percorre l’A4, e quella di Nogarole Rocca per chi proviene dalla A22. In alternativa è possibile optare per il treno o l’aereo, ma sia dalla stazione di Peschiera del Garda che dall’aeroporto internazionale Catullo, non ci sono navette dedicate, ma soltanto mezzi pubblici.

Agli appassionati di due ruote ecologiche farà piacere sapere che che il Parco-giardino Sigurtà, si trova sulla pista ciclabile Mantova-Peschiera del Garda, un tragitto abbastanza semplice, dedicato anche ai ciclisti meno esperti.


Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)