Home » Natura e Verde » Lago d’Iseo: itinerari tra castelli ed isole

Lago d’Iseo: itinerari tra castelli ed isole

Guida al Lago d'Iseo
Guida al Lago d'Iseo: vediamo le attrattive principali



Il Lago D’Iseo è situato nella regione Lombardia, precisamente in Val Camonica e si estende tra le province di Bergamo e Brescia: è caratterizzato da una grande isola centrale denominata Monte Isola e due isolotti minori, Loreto e San Paolo. Tanti piccoli paesini si avvicendano lungo il perimetro delle sue sponde, senza che nessuno di essi spicchi per particolare fama… ma non per questo sono meno belli!
Sul Lago d’Iseo si può decidere di trascorrere qualche giorno di vacanza soprattutto per poter passeggiare lungo i suoi contorni dolci e freschi, a metà strada tra un paesaggio lacustre e uno montanaro, oltre che per poter praticare qualche attività sportiva lacustre.

Prima di arrivare al lago è bene decidere quale delle due sponde si intende visitare, anche se, ovviamente non è da escludere un tour di qualche giorno, proprio per poter ammirare tutte le sfumature delle sue rive. La sponda orientale è quella della provincia di Brescia, caratterizzata da un paesaggio che degrada dolcemente verso l’acqua, fatto di alberi da frutta e vigneti: proprio da questa parte si estende Iseo, la cittadina turistica più importante del lago. Dal piccolo paese di pescatori, Sulzano, è possibile raggiungere le sponde del Monte Isola, per poter godere di una vista completante diversa del lago, questa volta diretta verso le sponde e le cittadine lungo lago. Proseguendo verso nord si incontra Zone, luogo che ospita le famose Piramidi di Erosione, dei pinnacoli che si ergono ancora maestosi verso l’alto, dove la terra vicina è invece franata.

La sponda occidentale è quella che corrisponde alla provincia di Bergamo e, a differenza della precedente, è caratterizzata da alcuni tratti spiaggia, purtroppo intervallati da rupi e strapiombi che rendono il paesaggio meno piacevole e turistico.

Guida al Lago d'Iseo
Guida al Lago d’Iseo: vediamo le attrattive principali

Probabilmente a differenza delle due sponde, è proprio Monte Isola la vera attrattiva del lago: assolutamente da non perdere un giro turistico sull’isola, considerata la più grande isola lacustre d’Europa. Sulla cima svetta imperioso il Santuario della Madonna della Ceriola, consacrato in seguito ad un rito pagano. E’ possibile ammirare la statua lignea della Madonna collocata sull’altare all’interno dell’edificio da cui si erge un imponente campanile in granito. Merita una visita la Rocca di Martinengo, edificata dagli Odolfredi come residenza estiva. L’isola è ancora intrisa di tradizioni e storia che è possibile scorgere nella sua architettura fatta di case costruite con la loggia al piano superiore e nell’attività quotidiana di pesca, che ancora oggi è molto diffusa tra gli abitanti della zona. Per arrivare sull’isola è presente un frequente servizio di traghetti in partenza da Sulzano o da Sale.

Il lungo lago è caratterizzato, oltre che da piccole cittadine, da alcuni castelli edificati in epoche passate: è possibile visitare i famosi castelli a guardia della via d’acqua, che si trovano ad Iseo, Clusane e Provaglio, edificati sempre dalla famiglia degli Odolfredi, caratterizzati da eleganti logge e da alcuni affreschi interni. Questi castelli venivano chiamati così perché erano edificati proprio sulle sponde del lago: altrettanto famoso è quello edificato a Sale Marasino, dove la sponda è più dolce e verdeggiante. Per gli amanti delle chiese antiche e dei santuari non c’è che l’imbarazzo della scelta, infatti praticamente in ogni cittadina è possibile visitarne almeno una di relativa importanza: stiamo parlando di Credano, Pisogne, Pontoglio, Predore, Riva di Sotto e uno dei più rinomati, quello di Sovere, denominato Santuario della Madonna della Torre.

Durante un breve viaggio nella zona non possono mancare alcuni itinerari lungo i sentieri che si estendono sulle colline delle sponde del lago: questi sentieri erano in passato percorsi dagli uomini per necessità di sostentamento insieme ai propri animali. E’ interessante percorrere la mulattiera del Tores che parte dal paese di Fonteno e si snoda sulle cime della Valcamonica: è caratterizzata da tratti in salita che si alternano ad alcuni momenti di pianura. La lunghezza totale del percorso è di quasi 5 Km, per una durata complessiva di 3 ore e mezzo durante le quali si potranno ammirare monumenti e chiese di elevato interesse. Altri sentieri che vi consigliamo sono quelli della strada comunale per Parzanica e Vigolo che si snoda attraverso prati e sentieri, della durata di 3 ore e quella della strada comunale di Boer, adatta a chi non vuole camminare eccessivamente, infatti il percorso viene coperto in circa due ore: anche in questo caso la strada vi riserverà tratti in salita attraverso prati, mulattiere e sentieri dove potrete ammirare alcune rovine e piccole chiese affrescate.

Assolutamente da non perdere il giro ad anello a Zone, per ammirare le Piramidi in Erosione: di solito il sentiero più frequentato è quello in partenza da Cislano. Oltre ad attraversare sentieri e strade leggermente più monotone perché aperte anche al traffico, è il maestoso panorama finale che vi sorprenderà, infatti nelle giornate di bel tempo si possono scorgere anche i ghiacciai del Monte Rosa.

Non proprio sul lago D’Iseo, ma nei pressi sul piccolo Lago di Gaiano, si estende la Valle del Freddo: durante un viaggio sul lago, una deviazione è assolutamente consigliata. La caratteristica, alquanto anomala, è quella che la zona ospita una varietà di flora presente soltanto ad altitudini superiori ai 1.600 m s.l.m., pur trovandosi a soli 600 m! Stiamo parlando della famosa Stella alpina, dell’Erba dei Camosci e delle meno note Pinguicola alpina e del Camederio alpino.

Qualche informazione pratica: per raggiungere il Lago d’Iseo con il proprio mezzo è possibile passare per Bergamo o Brescia e continuare percorrendo le due strade statali che arrivano fino alle sponde del lago stesso. Anche le ferrovie Trenord offrono intensi collegamenti con la maggior località della zona, visto che il marchio Trenord opera proprio per mettere in collegamento le piccole cittadine del Nord Italia. Inoltre tra le varie cittadine lacustri è in servizio anche in Treno Blu che collega Palazzolo con città maggiori come Bergamo, Brescia e Desenzano. Da Peschiera parte, invece, il famoso Pulmino Blu e diretto verso Monte Isola.

Per maggiori informazioni vi consigliamo la lettura di iseolake.info il sito ufficiale del lago d’Iseo, con eventi ed altri itinerari interessanti.


2016-07-04

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)