Home » Capodanno 2017 » Capodanno 2017 in Europa » Capodanno in Irlanda: itinerari per Dublino e non solo

Capodanno in Irlanda: itinerari per Dublino e non solo

Capodanno in Irlanda a Dublino
Capodanno in Irlanda: ovviamente, a Dublino si festeggia nei pub del quartiere Temple Bar!



Oggi abbiamo deciso di parlarvi del capodanno Irlandese: è risaputo che il clima in Irlanda non è dei migliori ed è pensiero diffuso che il momento migliore per visitare il Paese sia quello estivo… tuttavia, nel periodo di capodanno, l’Irlanda risulta molto affascinante.
Dublino e le altre città irlandesi si vestono a festa, per dare il benvenuto al nuovo anno. Sono davvero numerosi gli appuntamenti, gli eventi ed i concerti per festeggiare il capodanno. A tutto ciò aggiungiamo una natura meravigliosa, castelli da scoprire, cittadine costiere che sembrano uscite da una cartolina: certo, il tempo sarà poco favorevole per le escursioni all’aperto, ma i vari siti sono comunque fruibili. Ma andiamo per ordine.

Informazioni Pratiche

Il Clima

In Irlanda piove con molta frequenza, quindi che decidiate di trascorrere il capodanno nel Paese o che vogliate organizzare una vacanza in estate, il risultato non cambia. Ma una nota positiva c’è: grazie all’azione del mare, l’inverno irlandese non è mai gelido. Freddo sì, ma sopportabile con un buon abbigliamento invernale. L’unica cosa che vi consigliamo di portarvi dietro è un ombrello, in modo da potervi riparare in caso di pioggia improvvisa.

In ogni caso, non fa mai troppo freddo, ne’ è facile che nevichi. Per darvi un’idea delle temperature, tra dicembre e gennaio, oscillano tra i 1° di minima e gli 9° di massima.

Come arrivare

Irlanda: le scogliere di Moher
Irlanda: una tappa imperdibile sono le altissime scogliere di Moher

Durante il periodo invernale, alcuni voli della compagnia low cost Ryanair sono interrotti, quindi se il vostro aeroporto di riferimento è leggermente più periferico, vi consigliamo di cercare tra i voli della compagnia Air Lingus, anch’essa di bandiera irlandese: quest’ultima effettua voli diretti verso Dublino a prezzi leggermente superiori di quelli della Ryanair, ma comunque abbordabili.

Per capire meglio la situazione dei voli per capodanno verso l’Irlanda, vi segnaliamo che Ryanair effettua collegamenti soltanto da Milano Orio al Serio, Bologna, Venezia, Torino e Roma Ciampino. Air Lingus aggiunge anche altri aeroporti minori come Pisa, Verona, Napoli e Milano Malpensa.

Come spostarsi

Se rimanete nella sola Dublino, il mezzo migliore per sposarsi da un luogo ad un altro, sono i mezzi pubblici. Usare un’auto è impensabile a causa delle difficoltà nel muoversi e nel parcheggiare.

Per arrivare dall’aeroporto, situato a 13 Km dal centro, a Dublino, potete prendere l’autobus 474 che in poco meno di mezz’ora vi porterà a destinazione. La compagnia di riferimento è la Airlink Express Coach.
Una volta giunti a Dublino ci sono molte soluzioni per spostarsi da un luogo ad un altro della città, utili soprattutto se troverete giornate di brutto tempo. La prima soluzione valida è il Luas, la metropolitana leggera che gira in superficie. Ad oggi ci sono due linee soltanto che collegano i luoghi di maggior interesse della città: i servizio è attivo dalle 5:30 del mattino fino a mezzanotte. L’altra alternativa, certamente più utilizzata anche dai locali, è l’autobus: il prezzo del biglietto viene calcolato sulla base delle fermate che effettuerete, quindi potrà avariare da tratta a tratta. Una nota per la notte di capodanno: i Nitelink, gli autobus notturni, sono in funzione tutta la notte fino alle 4:30 del mattino.

Per chi non è mai stato a Dublino e ha poco tempo a disposizione, potrà utilizzare gli autobus turistici: la formula è davvero conveniente, visto che con un abbonamento di 1, 2 o 3 giorni potrete decidere di salire e scendere quante volte vorrete da questi mezzi di trasporto che attraversano la città, da e verso i maggiori punti di interesse.

Al contrario, per visitare altri luoghi, soprattutto se in campagna, è consigliabile un’auto a noleggio, che potrete prendere in aeroporto a prezzi molto abbordabili. Fate attenzione alla guida “all’inglese”!
Volendo andare alla scoperta dell’Irlanda con i mezzi pubblici, il migliore è senz’altro l’autobus: una rete capillare copre la maggior parte del Paese, quindi non avrete nessuna difficoltà a spostarvi. Meno consigliati sono i treni, con collegamenti scarsi e poco frequenti.

Dove dormire

Dublino, essendo una meta turistica sempre più richiesta, sta diventando sempre più cara. In centro si trovano numerosi hotel adatti a tutte le tasche, che per alcuni eventi particolari come il St. Patrick Day e il capodanno, diventano completi in men che non di dica. Quindi oltre a prenotare con un certo anticipo, vi consigliamo anche di controllare gli hotel leggermente decentrati: le zone periferiche sono ben servite dai mezzi pubblici, quindi non avrete alcun problema a raggiungere il centro e il budget sarà senz’altro limitato.

Il cuore della città è certamente Temple Bar, con i suoi pub e i suoi locali. A parte i prezzi medio alti, la maggior parte delle strutture alberghiere della zona sono sistemate proprio sopra o accanto agli affollatissimi pub, pieni di persone a qualsiasi ora del giorno. Gli irlandesi non si tirano mai indietro quando è il momento di fare festa, quindi il quartiere è parecchio rumoroso e affollato, consigliato a chi non ha intenzione di dormire molto, sopratutto i giovanissimi.
Molto più cara, è la zona intorno a St.Stephen’s Green: il quartiere è molto più tranquillo, le vie sono più ampie e poco affollate. Assolutamente consigliato per le coppie e per le famiglie in cerca di un ambiente più rilassato: oltretutto le zone verdi che lo caratterizzano rendo il tutto ancora più piacevole.

Come abbiamo detto le zone meno care sono quelle periferiche: se la movida notturna o non soggiornare nei luoghi più tipici non vi interessa, allora conviene spostarsi verso quartieri turistici del calibro di O’Connel street, consigliato anche per i suoi numerosi centri commerciali, o verso la costa, dove i quartieri sono ancora meno affollati e meno caotici. Sarebbe però molto consigliabile avere vicino una fermata di metropolitana o treno.

Cosa vedere e fare

Capodanno in Irlanda a Dublino
Capodanno in Irlanda: ovviamente, a Dublino si festeggia nei pub del quartiere Temple Bar!

Se Dublino è famosa per i suoi pub ed i locali dove viene servita birra a tutte le ore, il luogo dove trovarne la maggiore concentrazione è Temple Bar, il caratteristico quartiere, situato nel cuore della città. Anzi, è considerato il vero cuore pulsante della città, sia dai turisti che dagli abitanti. Non sono solo i pub a fare da sfondo a questo quartiere: sono anche i giovani che attraversano le sue viuzze strette, sono gli artisti di strada, i musicisti, le mostre d’arte che si tengono nei locali e alcuni centri culturali ed espositivi come l’Irish Film Istitute. E’ proprio in questo dedalo di vie che si svolgerà il capodanno irlandese che, però, vedremo in seguito. Più che da vedere, Temple Bar è da vivere: un giro nei pub per assaggiare una buona pinta di birra è una tappa obbligatoria per chi si reca a Dublino. Pensate che a qualsiasi ora del giorno, per aumentare nelle ore serale, si tengono piccoli concerti musicali per rendere il tutto ancora più caratteristico.

Per gli amanti della storia è imperdibile il Trinity College, sede di una prestigiosa università, dove è ospitato il Book Of Kells, uno dei più antichi manoscritti miniati della storia. Per gli amanti dello shopping è consigliata Grafton Street che durante il periodo natalizio si veste a festa, con luci e addobbi. Imperdibile poi la visita alla fabbrica della birra Guinness, per chi è amante di tale bevanda.

A due passi da Dublino ci si immerge nella natura più vera: brughiere sconfinate, antichi castelli, villaggi di pescatori, cittadine universitarie con passato unico. Siamo certi che ognuno saprà trovare la sua dimensione. Inoltre le fredde giornate invernali, saranno certamente la scusa ideale per trascorrere del tempo in un pub locale, circondati da veri irlandesi che si scambiano battute e sorseggiano una birra o un whisky con calma e tranquillità. Tra i luoghi più famosi in tal senso ricordiamo Galway, cittadina universitaria affacciata sul mare e punto di partenza per badare a scoprire le meraviglie del Connemara: pensate che le specialità del luogo sono le ostriche e i frutti di mare che è possibile assaggiare nei numerosi locali gastronomici della zona. Tra le altre cittadine simili, molto caratteristiche e poco lontane da Dublino, ricordiamo Dingle, Doolin e qualche paesino nella contea di Donegan.

Oltre alle città, ciò che caratterizza l’Irlanda sono i castelli, le antiche abbazie ed i monasteri, tutti avvolti in un’atmosfera misteriosa e talvolta cupa. Tra tutti ricordiamo il famoso sito di The Rock of Cashel e il monastero di Glendalough.

Cosa fare a Capodanno in Irlanda

Gli appuntamenti organizzati per il NYF Dublin sono davvero numerosi: difficilmente non saprete come trascorrere la notte più lunga dell’anno. Ovviamente sono tutti concentrati a Dublino, sede del divertimento e degli eventi più rilevanti. Andiamo con ordine. Già a partire dal 30 dicembre la città diventa magica e avvolgente, grazie alle numerose installazioni di luci che vanno a valorizzare palazzi e monumenti: clamorose proiezioni creeranno dei particolari effetti 3D. L’esplosione di luci e colori è fissato per il 31 dicembre, quando si potrà assistere ad uno spettacolo 4D: i biglietti vanno comprati in anticipo e i due spettacoli si tengono alle 17:00 e alle 19:00.

Il 31 dicembre, per gli amanti della musica occorre segnarsi l’evento di musica gospel che di tiene nella Christ Church Cathedral e quello di musica classica nella National Concert Hall. Nella Christ Church Cathedral gli eventi partono dalle 2:30 del pomeriggio, con numerosi artisti, pittori e scrittori locali che racconteranno le loro vite e le loro esperienze, in un clima del tutto particolare.

Il concerto del countdown per la mezzanotte ha inizio alle 20:00, nella zona di St.Stephen’s Green: quest’anno l’animazione musicale sarà affidata alle note di artisti emergenti quali gli Walking on Cars, The Blizzard, Brian Deadly e Little Hours. Questo tipo di evento è consigliato ai giovani in cerca di musica e divertimento assicurato fino a tarda notte. L’unica pecca è che questo evento non è assolutamente economico: per assistere al concerto occorrono non meno di 25,00 € a persona.

Se invece cercate qualcosa di altrettanto coinvolgente, ma certamente più economico, vi consigliamo gli appuntamenti del NYF Dublin Music Trial: durante tutto l’arco della giornata numerosi artisti emergenti si esibiranno gratuitamente per le vie della città. Diversi generi musicali, dal folk al R&B. Di eventi gratuiti per le vie della città se ne trovano molti altri, come ad esempio il circo degli artisti di strada di Dublino, che si esibiscono per grandi e piccini. Numerosi altri appuntamenti, sia culturali che storici e anche per bambini, si svolgono nei vari locali della città: in questo caso per assistervi dovrete acquistare il biglietto di ingresso.

Fino allo scorso anno c’era la possibilità di trascorrere la notte più lunga dell’anno nella fabbrica della birra della Guinness: purtroppo fino ad oggi non possiamo dirvi di più perché non ci sono programmi per quanto riguarda questo capodanno. Comunque la formula standard che utilizzano è quella di partecipare ad una visita guidata, dopo di che passare al piano superiore per assaggiare qualche piccolo aperitivo e finire di trascorrere la serata accompagnata da musica dal vivo fino ed oltre la mezzanotte.

Per chi ama la tradizione e non vuole rinunciare a bere un buon bicchiere di birra, vi consigliamo di trascorrere il capodanno tra le vie di Temple bar: musica, giovani, aperitivi, birra. Un capodanno divertente e irrinunciabile. A mezzanotte spettacolo di fuochi d’artificio: il luogo migliore per ammirare lo spettacolo di colori che si riverbera sulle acque del fiume è nei pressi delle sue sponde o in qualche locale che vi si affaccia.

Gli eventi si concludono la sera del 1 gennaio: continua il particolare appuntamento con Luminosity, l’evento in 3D di luci e colori e vengono organizzati molti laboratori anche per i più piccoli. Sempre nella location di St.Stephen’s Green si tiene il concerto di capodanno, questa volta con musica gospel.


2016-11-26

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)